'Perché mia figlia bilingue ancora non parla?' | GravidanzaOnLine

Roxane

chiede:

Buongiorno Dottoressa,
sono mamma di una bambina di 3 anni. Mio marito è italiano, io sono americana ma vivo in Italia da 15 anni. Sto crescendo la mia bambina come bilingue, insegno anche l’inglese e le parlo in inglese, ma lei dimostra problemi di linguaggio. Parla molto poco e male. Tanti mi hanno detto che dipende dal crescere bilingue, è vero o devo preoccuparmi? Grazie.

Salve signora, crescere in una famiglia bilingue è, a mio avviso, una gran fortuna e un arricchimento per i bambini. Ciò non toglie che ogni bambino è a sé a va considerato unico. La bambina frequenterà, immagino, una scuola italiana, dove i bambini parlano italiano e così anche le maestre. Da pedagogista e insegnante di scuola primaria le posso assicurare che i bambini tendono a fare comunque confusione se a casa si parla esclusivamente una lingua e a scuola/fuori dalla famiglia un’altra. Il mio suggerimento è quello di utilizzare come lingua ufficiale quella del paese in cui ci si trova (in questo caso l’Italia). Una volta acquisita bene la lingua madre sarà possibile aggiungere a piccoli passi la seconda lingua. L’ inglese verrà studiato anche a scuola e sarà avvantaggiata, ma è giusto fare un passo alla volta. Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Pedagogista

Categorie