Anonimo

chiede:

Buonasera, ho lavorato come docente di inglese in una scuola comunale dell’infanzia con un contratto part time a tempo determinato dal giorno 8 novembre al 21 dicembre 2012. Dal 14 dicembre (V mese) sono in interdizione anticipata per gravidanza a rischio, ma l’INPS ha respinto la mia richiesta di indennità di maternità anticipata scrivendomi che il pagamento è a carico dell’amministrazione pubblica presso cui si è svolto l’ultimo rapporto di lavoro. È veramente così? Se sì, per ricevere il pagamento dal mio ex datore di lavoro è sufficiente che il comune in questione abbia ricevuto prima della scadenza del contratto il certificato medico sullo stato di gravidanza rilasciato da un ginecologo della ASL e quello del medico legale in cui si dispone l’interdizione dal lavoro o che altro devo fare? Grazie.

Gentile sig.ra, in effetti il pagamento dell’indennità di maternità spetta al datore di lavoro che semplicemente anticipa il corrispettivo che gli verrà poi rimborsato direttamente dall’INPS, questo vale però sino allo scadere del contratto, alla scadenza contrattuale dovendo lei percepire la disoccupazione, questa verrà sostituita per tutto il tempo della gravidanza anticipata, della gravidanza obbligatoria dall’indennità di maternità che però sarà direttamente a carico dell’INPS.
Cordialmente

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Avvocato