Anonimo

chiede:

Salve dottore, spero riesco a farle capire perché sono molto confusa e ho tanta paura… ho 25 anni e all’età di 15 ho avuto un aborto volontario, di cui ancora oggi mi sento in colpa. Dopo 5 anni mi sono sposata con la stessa persona di cui sono rimasta incinta e per 5 mesi abbiamo provato ad avere un bimbo, ma niente… ora mio marito è morto e dopo 4 anni sto riprovando con un’altra persona da 5 mesi, ma ancora niente. Ho tanta paura che non possa avere più un bambino. Il mio ginecologo mi ha detto di aspettare per poi fare l’esame delle tube… dall’aborto che ho fatto si può diventare sterile anche se, che io sappia, non ho avuto infezioni, ciclo sempre regolare… mi scusi se ho allungato questa domanda, ma era più o meno per farle capire che sono molto confusa su tutto. La ringrazio in anticipo. Cari saluti

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, l’interruzione volontaria della gravidanza non crea problemi alla successiva fertilità. Le consiglio di cercare la gravidanza ancora per 6 mesi, se il concepimento non dovesse arrivare è indicato eseguire l’isterosalpingografia per valutare la pervietà tubarica. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo