Nefrite lupica: qual è il rischio per il bimbo? - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buonasera, sono una ragazza di 30 anni e vorrei delle informazioni per intraprendere una gravidanza. Circa 4 anni fa mi hanno diagnosticato una malattia autoimmune “nefrite lupica”. Adesso tale malattia è in remissione, ma sto prendendo 2 cpr al giorno di plaquenil. Qual è il rischio per il bimbo? Vivo in una piccola città in Sicilia, ho dei dubbi da chi mi devo far seguire. Grazie in anticipo per i chiarimenti

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora,il fatto che il lupus sia in remissione è sicuramente un fattore favorente. Esiste però la possibilità che la gravidanza possa riattivare la malattia e se fossero associati anche gli anticorpi antifosfolipidi potrebbe aumentare il rischio di aborto nel primo trimestre. Recentemente alcuni studi hanno evidenziato la relativa sicurezza della idrossiclorochina (plaquenil) assunta in gravidanza. Dovrebbe farsi seguire da un ginecologo ed eventualmente anche da un reumatologo o nefrologo o internista.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo