Anonimo

chiede:

Gentili Dottori, sono una donna di 48 anni a cui è stato
diagnosticato un mioma sottosieroso della parete uterina posteriore di mm.
89 x 79.
Da circa un anno e mezzo ho difficoltà urinaria in fase premestruale e
durante la notte. Le mie domande sono queste: aspettare ad asportare il
mioma nel caso aumentasse la difficoltà urinaria, oppure è consigliabile
toglierlo fin da ora? È vero che con la menopausa il mioma potrebbe
sparire? E se con la menopausa non sparisce e non aumenta, cosa devo fare?
Posso tenerlo e non operarmi? Vi ringrazio per l’attenzione e spero che
possiate rispondermi.
Cordialmente Vi saluto.

Cara Giovanna,
i miomi sono estrogeno dipendenti, pertanto tendono a regredire con l’inizio
della menopausa. Tuttavia, se i fastidi sono tali e la crescita è rapida,
talvolta può rendersi necessaria la loro asportazione prima della menopausa
stessa.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo