Miomi e fibromi: i rischi in gravidanza - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve dottore, ho 33 anni e sono gravida alla quarta settimana. Purtroppo mi è stato diagnosticato un fibroma di 8×7 cm esterno e dietro l’utero ed uno più “piccolo” da 3 cm. La ginecologa mi ha consigliato di aspettare un po’, ma io sono frastornata e non so se sia meglio interrompere il prima possibile per avere un impatto emotivo più controllato, curarmi e riprovare con una nuova gravidanza o cercare di portare avanti questa. Nello specifico, un mioma del genere, rischia di compromettere l’integrità dell’utero per eventuali future gravidanze? Ci sono centri specializzati in Italia? È possibile rimuovere i miomi con la gravidanza in atto? Ho letto di tecniche ad ultrasuoni…

Dott. Sandro Zucca

Dott. Sandro Zucca

risponde:

Buongiorno signora, ho seguito nella mia carriera decine di gravidanze con fibromi anche di notevoli dimensioni, e di solito non ci sono particolari problemi e complicazioni. Quindi il mio invito è certamente quello di continuare fiduciosamente la sua gravidanza e di portarsi a casa il suo bambino. In seguito si occuperà di questi fibromi che, prima o poi, andranno tolti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie