Mia moglie è una fumatrice “molto fortunata”! | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentilissimo dottore,
sono il papà felicissimo di una bambina di 3 mesi e mezzo. Mia moglie è
una
fumatrice e a mio parere molto fortunata: non ha mai smesso neanche
durante
la gravidanza (il suo ginecologo le diceva di non superare la soglia delle
5
sigarette al giorno e lei non l’ha mai superata). Adesso, però, allatta e
le
5 sigarette non le ha abbandonate fumando, come dice lei, con cautela,
ossia
subito dopo la poppata, nonché 2 ore prima dell’altra. Vorrei sapere da lei
qualche delucidazione in merito e tengo a precisare che non fuma mai in
casa,
ma in giardino, molto lontana dalla bimba.
La ringrazio in anticipo e le invio i miei più cordiali saluti

Quanto fumava sua moglie prima della gravidanza? Se la quantità era
superiore alle 5 fumate in gravidanza/allattamento, è molto probabile che
poi ricomincerà esattamente come prima, da un punto di vista quantitativo.
Fumare, finché allatta, lontano dalla poppata e in ogni caso fuori casa è
una scelta ragionevole, ma: lo farà regolarmente anche in seguito? Occorre inoltre considerare il “cattivo esempio” dato alla bambina da una figura di
riferimento importante come la madre. Perché invece non fare una scelta intelligente cercando di uscire
definitivamente da una patologia da dipendenza (il tabagismo), che accorcia
la vita, promette una vecchiaia peggiore, rovina precocemente la pelle, è
causa di cattivo odore (alito, vestiti, capelli), fa sprecare denaro che
può essere speso per assicurare un avvenire migliore a vostra figlia, o che
so io, per adottare un bambino a distanza, che può essere speso, in
definitiva, in maniera più intelligente?
Cordiali saluti e auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo