Anonimo

chiede:

Buongiorno,
sono la mamma di due bambini di 8 e 6 anni, adesso ho 40 anni e io e il mio
compagno (che ne ha 44) desideriamo avere un altro figlio. Tuttavia io sono un po’ restia per i rischi legati alla mia età e al fatto che durante la mia seconda gravidanza (avevo 34 anni) intorno alla 30esima
settimana la mia placenta ha iniziato ad invecchiare precocemente e il mio
piccolo Francesco è stato fatto nascere a 33 settimane, pesava solo 1,6 kg
ed è stato quasi due mesi in terapia intensiva. Adesso, grazie a Dio, sta
benissimo ma il ricordo delle paure di quei momenti è ancora molto vivo in
me.
Aldilà del problema della mia età, ciò che è successo per la gravidanza di
Francesco, potrebbe riproporsi in una eventuale nuova gravidanza?
La ringrazio anticipatamente.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora, a 40 anni aumenta il rischio di avere un bambino con sindrome di down, il rischio è di circa 1:50; cioè su 50 donne di 40 anni in gravidanza, una avrà un bimbo down. A parte questo rischio aumentato legato all’età materna, lei potrebbe avere una gravidanza fisiologica e tranquilla. Le cause di invecchiamento della placenta nella precedente gravidanza sono numerose, ma se non le è stata diagnosticata una patologia come la trombofilia o la presenza di anticorpi antifosfolipidi, allora non è detto che si debba ripetere in una gravidanza successiva. Inizi ad assumere l’acido folico per la prevenzione della spina bifida fetale.
Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo