Anonimo

chiede:

Gent.mo dottore,
ho 32 anni e un anno fa mi sono sottoposto a un intervento al testicolo sinistro per varicocele di III grado (legatura alta delle vene). Già dal giorno dopo ho cominciato ad avvertire dolore al testicolo, che si
è gonfiato, fino a raggiungere la grandezza di un melone. È stata ipotizzata una orchiepididimite, curata, a più riprese nel corso dell’anno (ogni qualvolta sorgeva il dolore) con Ciproxin 500 e Orudis
100. All’inizio di dicembre il Ciproxin non ha avuto esito; ho fatto allora un ciclo di Rocefin da 1 gr. In conseguenza di questa cura mi è venuta una fortissima colite che è proseguita per quasi un mese. Contemporaneamente mi è stata diagnosticata una prostatite, in aggiunta all’epididimite a entrambi i testicoli. Sono circa due mesi che vivo sdraiato nel letto, con dolori indicibili. Sono stato visitato da numerosi urologi; ho fatto ecografie e doppler. Lo spermiogramma, che a luglio sembrava migliore, è di nuovo peggiorato. L’ultimo medico che mi ha visitato, mi ha consigliato di fare uno spermiogramma, una spermiocoltura con esame secreto prostatico e un’ecografia prostatica transrettale (che non ho il coraggio di
affrontare, in previsione del dolore che dovrò subire!!!). Oltre a continuare a non avere figli (c’è con tutta probabilità anche una recidiva di varicocele), ho una qualità della vita pessima. La prego, mi aiuti!!! Mi può indirizzare da qualcuno?
Grazie

Gli esami che Le ha prescritto l’ultimo urologo, ecografia transrettale
compresa, mi sembrano corretti, per cui segua le Sue indicazioni.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Andrologo