Silvia

chiede:

Buongiorno dottore,
spiego brevemente, il 2 s.m ho deciso di interrompere la mia gravidanza, ero in 10 sett ca, causa fibroma di 6 cm.
La ginecologa che mi ha visitata mi disse che ero una pazza a portare a termine la gravidanza con quel fibroma, definito esattamente un mostro. Faccio la visita di controllo con un altro ginecologo che mi spiega che sarebbe invece meglio tenere il fibroma, in quanto se lo togliessi mi rimarrebbe una cicatrice e che avrei avuto più difficoltà a rimanere incinta. Inoltre mi ha spiegato che con una gravidanza, anche se ho il fibroma i casi sono 3: 1 il fibroma rimane della stessa grandezza senza causare alcun problema, 2 può diminuire di misura, 3 al parto potrei anche espellerlo.
Io ad oggi non ho ancora avuto il ciclo e continuato ad avere rapporti completi non protetti, in quanto grazie a Dio il mio utero si è risistemato molto velocemente. Ho anche fatto già due test di gravidanza, due linee sono comparse, la prima molto scura, la seconda che rileva l’ormone molto molto chiara, ma visibile.
La possibilità di una gravidanza a Suo avviso può essere avvenuta? La seconda linea è molto chiara in quanto, se avvenuto concepimento, le beta sono molto basse?
Attendo un Sua cortese risposta

Non mi è molto chiara la sua domanda. Comunque un test di gravidanza fatto così vicino ad un aborto, è piuttosto inattendibile. Attenda una settimana e poi faccia un prelievo per un dosaggio della beta-HCG.
Poi cerchi di avere un ginecologo di riferimento di cui si fida, oppure rimarrà sempre in dubbio. Assurdo a mio avviso abortire a causa della presenza di un mioma e dopo appena un mese ritentare una gravidanza nelle stesse condizioni. O ha sbagliato prima o sta sbagliando adesso.
Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo