Gravidanza e perdita dell'indipendenza - GravidanzaOnLine

“Sono incinta e non so se sono pronta a rinunciare alla mia indipendenza”

Anonimo

chiede:

Salve, sono alla settimana 6 di gravidanza. La prima reazione alla notizia è stata felicità con un po’ di ansia. Ora, dopo dieci giorni, non riesco a smettere di piangere. Il mio compagno non riesce a capire perché io stia così. Penso di essere arrivata alla conclusione di voler abortire. Ho 27 anni e ho trascorso gli ultimi 4 anni della mia vita da nomade, cambiando lavoro e nazione ogni volta che volevo. Non sono pronta a rinunciare alla mia indipendenza. Allo stesso tempo non voglio rinunciare al mio compagno, ma ho paura che, con un eventuale aborto, il nostro rapporto sia rovinato per sempre. Credevo di voler un figlio con lui, ma ora mi sento sempre triste. Dovrei proseguire con la gravidanza?

Gent.le signora, la gravidanza è un momento impegnativo e complesso nella vita di una donna e può essere normale avere delle incertezze in vista di un cambiamento tanto grande: quello che mi sento di consigliarle è di non agire di istinto ma di confrontarsi innanzitutto con il suo compagno e di chiedere l’aiuto di un professionista che possa aiutarla a prendere la sua decisione nel modo più sereno possibile in quanto, al momento, mi pare di capire che è innanzitutto molto confusa sul da farsi e su quelle che sono le sue prospettive di vita future. Trattandosi di una decisione complessa, penso sia importante per lei poter essere supportata al meglio in questa fase di decisione.
Per qualsiasi necessità resto a disposizione.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 3 voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Psicologo

Categorie