Gravidanza dopo una miomectomia - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Egr. dottore, io ed il mio compagno vorremmo avere un figlio. Sono andata
a fare la visita dal mio ginecologo e mi ha detto che il fibroma che mi aveva già riscontrato in passato è cresciuto (15,2 mm x 15,1 mm) ed è da togliere tramite miomectomia isteroscopica. L’ha classificato come mioma intramurale sottomucoso post G2 con piccole lacune ipoecogene e
pseudocapsula poco marcata con cavità deformata in sede posteriore media. Il ciclo è normale, senza perdite intramestruali. Vorrei sapere se dopo questa operazione potrò ancora avere dei figli e con che difficoltà e dopo quanto tempo potrò cominciare a provare ad averne . Ringrazandola per la
cortese attenzione La saluto.

Redazione

Redazione

risponde:

Domande così tradiscono una scarsa fiducia per l’operato del proprio medico.
Da parte nostra è ancora più arduo esprimere un parere attendibile e di
qualche utilità, in quanto non potendo visitare la paziente, né visionare
gli esami strumentali effettuati, davvero ci rimane poco per poter dire
qualcosa, solo sulla base delle poche notizie riportate. Cosa dirle per non
deluderla? Il miometto così descritto, appena 15 mm, 1 cm e mezzo per
capirsi meglio, è davvero piccolo. Ma se è situato in una regione
strategicamente importante può limitare la fertilità. L’intervento proposto
ha la logica di volerle migliorare il potenziale di fertilità, non certo di
ridurlo. Un’attesa di almeno 4 mesi appare ragionevole per poi tentare una
gravidanza… ma chieda anche al suo medico. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo