Gravidanza a rischio e malattia - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve, volevo esporle il mio caso: sono in malattia da 4 mesi per aver subito interventi chirurgici ad entrambe le mani. Pronta a rientrare ho appurato il mio stato di gravidanza e l’ho comunicato all’azienda che mi ha detto di prolungare la malattia finché non avessi un certificato medico che attestasse la gravidanza. Dopo averlo consegnato mi hanno detto che non potevo rientrare al lavoro perché non adatto ad una gestante. Ora sono a 5 mesi di malattia e tra 15 gg circa arrivo al terzo mese di gravidanza e posso farmi rilasciare il certificato di gravidanza a rischio. So che non si possono superare i 6 mesi di malattia annuali pena il licenziamento, ma all’inps mi hanno detto che anche la gravidanza a rischio è considerata malattia fino al settimo mese, quindi mi consigliavano di chiedere l’aspettativa non retribuita per non sforare i canonici 6 mesi. mi confermate che l’informazione è esatta? Devo restare senza stipendio perché ho subito un intervento? Ogni volta che chiedo informazioni ricevo risposte diverse…

Gentile Signora, l’aspettativa per malattia va chiesta in caso di effettiva necessità, per patologie o situazioni di temporanea inabilità al lavoro. Il congedo per maternità anticipata va chiesto con apposita domanda alla Direzione Provinciale del Lavoro territorialmente competente o all’Asl di competenza a seconda che il motivo di astensione attenga alle condizioni di lavoro ed all’insalubrità del posto di lavoro o a patologie pregresse o concomitanti alla gravidanza. Nel Suo caso, mi pare di capire, che l’autorità competente al rilascio dell’autorizzazione sarebbe la Dpl. È necessario che presenti subito domanda di congedo anticipato – la malattia è cosa ben diversa dalla gravidanza, ancorché si tratti di gravidanza a rischio! -. A tal fine deve farsi rilasciare certificato attestante le condizioni di rischio da medico convenzionato Asl. Chieda maggiori dettagli al Suo ginecologo di fiducia. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Avvocato