Fibrosi uterina | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve, mi chiamo Stefania, ho 40 anni e sono alla 7° settimana di gravidanza. Mi sono sottoposta ad una visita ginecologica. L’ecografia era bellissima si vedeva già il piccolo fagiolino ed ho ascoltato anche il suo battito. Quello che mi preoccupa tanto è che sul foglio dove mi ha compilato tutto, il ginecologo ha scritto che ho una fibrosi uterina, ma durate la visita non me ne ha parlato e quando sono andata a leggere su internet cos’era, ho letto che gli aborti spontanei sono molto frequenti e mi sono spaventata tanto. Lui mi ha dato come cura il lentogest 2 volte a settimana non per questo motivo ma perché io gli ho raccontato che spesso ho doloretti e allora ha voluto darmi un cautelativo, ha detto così… Poi durante l’ecografia sotto la camera gestazionale ha visto una falda piccola di versamento, ma mi ha detto che questa cosa è comune. Adesso sono piena di tanti dubbi e ho tanta paura… aiutatemi a capire cosa mi potrebbe succedere. Grazie

Redazione

Redazione

risponde:

Credo che si stia allarmando eccessivamente. L’utero presenta spesso delle imperfezioni della sua struttura, che tendono a manifestarsi col tempo. È l’entità di tale fibrosi che può influenzare la prognosi. Solo con fibromi grossi e situati in aree cruciali dell’utero si possono avere delle complicazioni. Il mio suggerimento è di porre la domanda al ginecologo che ha eseguito visita ed ecografia, per farsi spiegare l’entità del problema, che potrebbe anche essere nulla. Mi riesce difficile credere che in caso di pericolo il ginecologo non le dicesse nulla, le pare? Lo stesso per la piccola falda liquida subcoriale. Cerchi di essere ottimista. Problemi possono esserci di tutti i tipi in tutte le donne, ma è più probabile che invece le cose vadano bene. Cari auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo