Anonimo

chiede:

Salve, non sono ancora incinta ma avrei una domanda. Il mio gruppo sanguigno ha un fattore Rh negativo mentre quello di mio marito è positivo. So che con questi fattori ci sono dei problemi per una futura gravidanza e quindi la mia domanda è: cosa devo fare? C’è una preparazione da intraprendere prima di rimanere incinta? O non devo preoccuparmi e tutte le cure si fanno dopo l’inizio della gravidanza? Grazie mille in anticipo per la vostra disponibilità.

Dott. Sandro Zucca

Dott. Sandro Zucca

risponde:

Buongiorno, nel caso di donna Rh- e di marito Rh+ eventuali problemi potrebbero insorgere non alla prima gravidanza, ma in quelle successive. Poiché però, seppure molto raramente, qualche problema potrebbe esserci anche alla prima gestazione, è previsto che, durante la gravidanza stessa e non prima, venga verificato periodicamente, con un semplice esame del sangue (test di Coombs indiretto), che tracce di sangue del feto non passino nel circolo materno.

È anche previsto che alla 28^ settimana venga praticata un’iniezione di anticorpi anti-D che intercettano ed eliminano le eventuali piccole quantità di sangue del bimbo di cui ho parlato prima. Identica iniezione, se il neonato sarà Rh+, verrà praticata poco dopo il parto per proteggere le gravidanze successive. Adottando le precauzioni che le ho descritto i problemi di incompatibilità Rh sono praticamente ridotti vicini allo zero. Niente paura né ansia, quindi.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie