Esito pap-test: devo preoccuparmi? | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile dottore, cogliendo l’occasione per ringraziarLa dei preziosi
consigli che mi ha dato in precedenza, Le voglio chiedere un parere su un
dubbio che mi assilla e mi rende ansiosa: qualche mese fa mi sottoposi a
visita ginecologica e pap test per problemi di spotting (rivelatisi, dopo
ulteriori esami, effetto di un polipo endometriale che dovrò togliere a
giorni). Allora, a causa di motivi vari, non ritirai subito l’esito dello
striscio, sul quale però mi diede informazioni telefonicamente lo stesso
ginecologo dicendomi che era tutto a posto, che potevo stare tranquilla
e
che ci saremmo visti in seguito. Adesso, avendo avuto l’occasione di
ritirarlo, ho trovato queste testuali parole che mi hanno un po’ spaventata
e sulle quali vorrei il suo parere: “Cellule dello strato superficiale ed
intermedio dell’epitelio squamoso in flogosi. Flora batterica mista.
Coilociti. Paracheratosi. Discheratosi. Discreto numero di Leucociti. SIL
basso grado.”
Cosa significa? Come mai non mi è stata data nessuna cura per prevenire
o
guarire queste alterazioni cellulari o, come mi sembra di capire,
l’infiammazione in corso? è davvero tutto a posto o il ginecologo è stato
un
po’ superficiale? Aggiungo che nel 2002 in un pap test mi fu diagnosticato
un ASCUS (ho 35 anni), feci immediatamente una colposcopia (solo per
tranquillizzarmi, il ginecologo per il momento non la reputava necessaria)
che difatti non rivelò nulla di anormale; ripetei il pap test dopo sei mesi
ma l’esito riportò soltanto la presenza di leucorrea. La prego di
rispondermi al più presto, tutto ciò mi rende molto agitata, non so se
ripetere il pap test fidandomi ancora del mio ginecologo, sottopormi
all’intervento di isteroscopia o prima di farlo cambiare medico!!! La
ringrazio per l’attenzione,

Gentile signora Claudia, posso tranquillizzarla, infatti molto spesso in
medicina spaventano i pazienti più le parole che i fenomeni che descrivono:
si tratta di modestissimi disturbi dovuti più che altro alla normale evoluzione
dell’epitelio cervicale di una donna giovane. Sarà sufficiente, per prudenza,
un Pap-Test ogni anno. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo