Anonimo

chiede:

Gent. dottore, ho 33 anni e sono stata operata a febbraio 2003 per togliere cisti e focolai di endometriosi, dimessa con endometriosi di 3 grado senza terapia
per ricercare una gravidanza che prima non è mai arrivata. Le tube sono aperte ed è normale anche lo spermiogramma di mio marito, ad eccezione di un batterio che sta curando con antibiotico. Gli esami ormonali che ho appena fatto sono: 5 giorno del ciclo: prolattinemia 13,23 e dopo 20′ 13.69 riferimento 5-35; fsh 4.1 rifer. 2-13; lh 3.3 rifer. 4-12. 19 giorno del ciclo: prolattinemia 17.40 rifer. 5-35. 21 giorno del ciclo: prolattinemia 34,76 rifer. 5-35. 22 giorno del ciclo: estradiolo 238 riferim. 70-220; progesterone 22.5 rifer. 2-30. 24 giorno del ciclo: estradiolo 189 riferim 70-220; progesterone 15.34 rifer. 2-30. La ginecologa per questi esami mi ha prescritto gli ovuli di esolut da prendere 2 giorni dopo l’ovulazione per 12 giorni perché dice che il progesterone si abbassa troppo nel giro di 2 giorni, e mi ha dato il
clomid da prendere dal 3 al 7 giorno del ciclo, pur avendo sempre ovulato, anche quando avevo le cisti, per aiutare l’ovulazione. Tuttavia leggendo le controindicazioni mi è venuta un po’ di paura che stimoli l’endometriosi. So di essere candidata alla Fivet e che le stimolazioni sono forti, ma vorrei sapere cosa ne pensa di questi esami. Inoltre è meglio tentare tutto per tutto con la fivet o aiutare ora l’ovulazione? Inoltre che esami posso fare per escludere qualche altra patologia e non dare la colpa solo all’endometriosi? La ringrazio della risposta.
Cordialmente.

Gent. Sig.ra Anna,
dal quadro clinico da Lei descritto, a parte l’endometriosi che rappresenta
un problema di discreta importanza, sembra non ci siano altre cause
concomitanti. Gli esami ormonali da lei eseguiti sono nella norma a parte il
dosaggio di Prolattina nel sangue che è un po’ ai limiti superiori in 21°
giornata e che comunque varrebbe la pena di ricontrollare in un successivo
ciclo per valutare l’opportunità o meno di una terapia adeguata. Per quanto
riguarda l’induzione dell’ovulazione potrebbe essere utile monitorizzare i
cicli con clomid (non più di tre) anche con una serie di ecografie per
temporizzare al meglio i rapporti oltre che, ovviamente, valutare la risposta
delle sue ovaie a questa terapia.
Cordiali saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo