Anonimo

chiede:

Gentile dottore, sono alla 29 settimana di gravidanza e ho grossi problemi dovuti al gonfiore delle estremità, in particolare le mani sono arrossate, gonfie e calde, e ovviamente faccio fatica a piegare le dita, anche le palpebre sono gonfie. Esami sangue e urine nella norma come anche la pressione che finalmente ha valori accettabili avendo io sempre sofferto di pressione bassa. Il che porterebbe a escludere preeclampsia. L’unica cosa che non rientra nella norma è il flusso delle arterie uterine, rispettivamente 0,61 e 0,65, e mi stanno monitorando per questo motivo dalla 24 settimana, ma il feto risulta ad oggi regolarmente sviluppato. Posso escludere secondo lei una connessione flusso arterioso uterino-edema? So che l’edema è normale in gravidanza ma non posso immaginarlo peggiore di così, nonostante esercizi e litri d acqua e vitamina C. La ringrazio per la disponibilità. Cordialmente

Redazione

Redazione

risponde:

Al momento, e dalle notizie che mi fornisce, l’edema non sembra correlabile con una fase precoce della eclampsia.
Per sicurezza esegua in ogni caso spesso l’esame urine e misuri ancora più spesso la pressione arteriosa, tre volte al giorno ad orari casuali.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo