Dubbi sulla Paternità del Bambino - GravidanzaOnline

Anonimo

chiede:

Buongiorno, volevo porre il seguente quesito.
Sono incinta di 24 settimane, la data presunta della nascita del mio bimbo è il
14 Luglio 2011.
Cercherò di essere breve, da ottobre 2010 ho avuto un rapporto NON COMPLETO, nel senso che NON c’è stata penetrazione, ma sesso orale e un forte petting, con un’altra persona, cercherò di essere il più precisa possibile, dato che il mio ciclo è sempre stato completamente sballato, quindi non si può fare un calcolo preciso basandosi sull’ultima mestruazione avuta. Ho visto questa persona 3 volte in tutto, l’ultima volta è stata il 15 ottobre 2010, dove appunto non c’è stata penetrazione. Dal giorno 18 ottobre in poi ho avuto rapporti regolari e completi con il mio attuale compagno. a fine mese ho scoperto di essere incinta. Il mio compagno è al corrente di tutto quello che è successo e ha ovviamente dei dubbi sulla paternità, premettendo che so che si deve essere veramente sfortunati per rimanere incinta senza la penetrazione, sappiamo che comunque una piccola percentuale di possibilità c’è! Lui vorrebbe fare il test di paternità per esserne sicuro, io vorrei sapere se questo test è pericoloso per il bambino, se ci sono reali rischi di fargli del male. È inutile dire che questa situazione di incertezza ci sta facendo vivere questa gravidanza non benissimo, anzi. Io ho già consultato ben 4 medici, che mi hanno detto che dal calcolo delle settimane il feto è stato fecondato dal 20 di ottobre in poi, ma questa cosa non tranquillizza il mio compagno che comunque ha il pensiero fisso di una paternità non sua. La mia domanda è, lei mi può confermare quello che hanno detto gli altri medici? Io posso fare qualcosa? Ci sono test che possiamo fare?
Grazie

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, dal 15 al 18 ottobre e anche al 20 è un margine troppo stretto per escludere l’ipotesi del suo compagno. Dal momento che è al corrente di tutto e che ormai la gravidanza è avanzata e quindi non c’è nessuna possibilità di interromperla, tanto vale aspettare che il bimbo nasca e fare dopo il test. Inutile fare indagini invasive adesso, solo per mitigare l’ansia. Oltretutto non potete sapere quale è la risposta del test e quindi potreste vivere veramente male gli ultimi mesi della gravidanza in caso di risultato inatteso. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo