Anonimo

chiede:

Salve, sono alla 36 settimana di gravidanza. Lunedì 19/09 ho rifatto un’otturazione infiltrata all’ultimo molare inferiore. Non ho avvisato alcun dolore anche senza anestesia. Dopo 2 giorni però avviso dolore e ritorno in studio per abbassare l’otturazione. Sembrava andasse meglio e invece son passati 10 giorni e avviso ancora un dolore diffuso tanto che non saprei dire quale dente mi faccia male. Il dolore va e viene e non è molto forte, infatti la notte dormo, però dopo giorni di sopportazione sono stufa e in ansia, visto che manca poco alla nascita della mia prima bimba e non vorrei rovinarmela per un maledettisssimo mal di denti. Il dentista mi ha fatto la prova del gelo, della masticazione, mi ha assicurato che non ha intaccato il nervo e che quindi il dolore dovrà andarsene… ci sono stata ieri e ora che faccio, posso richiamarlo di già e per dirgli cosa? Nel caso poi occorra fare una rx posso? Grazie per la cortese attenzione. Attendo con ansia una sua risposta, cordialmente

Gentile Signora, il dolore diffuso e non localizzato, definito anche “sinalgia”, è causato da una pulpite acuta.
Significa che la carie aveva interessato già la polpa con compromissione della stessa.
La risposta positiva ad i test termici o elettrici esclude una necrosi pulpare, ma non una pulpite acuta.
Ragion per cui è necessaria, a mio avviso, una pulpectomia d’urgenza ed un trattamento canalare adeguato.
Può tranquillamente sottoporsi a questa terapia nello stato di gravidanza in cui si trova e, se necessario, può senza alcun rischio per il feto essere sottoposta ad esami diagnostici radiografici.
Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Dentista