'Displasia cistica bilaterale nel feto, è grave?' | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Vorrei porvi il mio quesito e avere informazioni. Sono al 7° mese di gravidanza e mi hanno appena confermato che la mia bambina è affetta da displasia cistica bilaterale… Mi aiutate? La prognosi è infausta?

Dott. Sandro Zucca

Dott. Sandro Zucca

risponde:

Cara signora,
esistono svariate forme di displasia cistica renale, ma è probabile che quella cui lei si riferisce, bilaterale e già riscontrabile al 7° mese di gestazione, sia il cosiddetto rene policistico di tipo infantile, che si riscontra con una frequenza assai modesta, in una gravidanza su 20-50.000. È trasmesso con un meccanismo genetico di tipo autosomico recessivo, ed è quindi necessario, perché il bimbo (maschio o femmina non cambia nulla) ne sia affetto, che il gene alterato sia presente sia nella madre che nel padre, i quali quindi sarebbero portatori sani. La prognosi per questi bimbi (augurandomi che questo non sia il vostro caso) è particolarmente severa, soprattutto se il liquido amniotico è scarso o assente: il destino dei pochi sopravvissuti è affidato alla dialisi e al trapianto renale. Il colloquio con il genetista, ora e dopo la gravidanza, è assolutamente indispensabile specie in vista di gravidanze successive.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie