Pillola Dimenticata la Prima Settimana - GravidanzaOnline

Anonimo

chiede:

Prendo la pillola LOETTE da 5 anni (a causa dell’ovaio policistico) con alcune pause, da 1 anno in maniera continua e durante l’estate ho preso 2 confezioni consecutive saltando la pausa. Ho dimenticato di prendere una pillola della prima settimana del mese seguente, precisamente la quarta, avendo avuto rapporti non protetti il secondo e il quarto giorno. Ho preso la pillola dimenticata dopo 20 ore, essendo domenica sera non ho potuto contattare il mio ginecologo ma ho chiamato più di un ospedale chiedendo cosa fosse meglio fare; tutti mi hanno risposto che la pillola del giorno dopo non era strettamente necessaria e di continuare a prendere la mia pillola normalmente, stando attenta per i 7 giorni/3 settimane successivi.

Il giorno dopo ho contattato il mio ginecologo che mi ha detto che sarebbe stato meglio prendere la pillola del giorno dopo ma essendo ormai passate quasi 48 ore mi ha consigliato di prendere 2 pillole sia 6° che il 7° giorno e poi di terminare la scatola normalmente, con 2 giorni di anticipo quindi.

Adesso non devo far altro che stare tranquilla ed aspettare circa 20 giorni
per poter fare un test di gravidanza e mettermi l’animo in pace, ma… mi sono rimasti dei dubbi:
– sarebbe davvero stato meglio prendere la pillola del giorno dopo? Perché ben 5 ginecologi mi hanno consigliato di no, dicendomi che il rischio era minimo? Avere preso almeno le prime 3 pillole della prima settimana riduce di molto il rischio per i rapporti precedenti alla dimenticanza?
– sicuramente io e il mio ragazzo ora staremo attenti per almeno 1 mese, per sicurezza..ma come mai alcuni dicono di stare attenti solo per 7 giorni e altri 3 settimane?
Grazie, mi rendo conto di essermi dilungata un po’ ma volevo spiegare bene la situazione. Attenderò pazientemente una risposta.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora, premesso che le pause periodiche di assunzione dei contraccettivi orali (soprattutto per la gestione dell’ovaio policistico) non hanno senso, se aveva assunto la pillola dimenticata con un ritardo seppure superiore a 12 ore ed ha osservato astinenza per i successivi quindici giorni (tempo di eventuale, ma molto improbabile, “escape” dei meccanismi di blocco
ipofisario da parte del contraccettivo per dar luogo ad un’ovulazione) ha messo in essere un corretto comportamento, non essendo necessaria l’assunzione della “pillola del giorno dopo“. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo