Anonimo

chiede:

Gent. Dottore, ho 35 anni e da circa tre cerco una gravidanza.
Mi sono sottoposta la scorsa settimana a laparoscopia per verificare la
pervietà delle tube (solo una aperta, con passaggio anche di aria), nel
corso della quale si è resa necessaria l’asportazione di due piccoli fibromi
dell’utero e uno di un ovaio. Mi è inoltre stata eseguita una isteroscopia
per l’allargamento del canale cervicale.
Ho due domande:
1) il tentativo di aprire la tuba chiusa non è stato fatto perché il mio
ginecologo dice che comunque si richiuderebbe in breve tempo (ma io conosco donne che avevano le tube chiuse, sono state aperte ed hanno avuto più di
un
figlio); lei cosa ne pensa?
2) il canale cervicale dopo l’allargamento tenderà a restringersi? se sì,
in
breve tempo?
Ringraziando della risposta, porgo saluti.

Gentile signora Paola, per darle risposte adeguate bisognerebbe conoscere
meglio il suo caso. In ogni modo tenterò di esprimere il mio parere: sulla
dilatazione della tuba, francamente, anch’io avrei molti dubbi sull’efficacia
di fronte ad una vera occlusione e non ad un semplice spasmo. Per quanto
riguarda la dilatazione cervicale, francamente non ne vedo l’utilità, a meno
che non si sia trattato dell’asportazione di aderenze. Auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo