Anonimo

chiede:

Salve, non sapendo come replicare al dottor Dott. Giovanni Buonsanti, che gentilmente ha risposto al mio quesito sulla Curva glicemica da carico di glucosio, scrivo un’altra richiesta: chi mi ha fatto il primo prelievo sapeva che io fossi incinta, ma mi ha detto cmq che il valore rilevato (99) come basale era buono, per cui ha proseguito dandomi il glucosio da bere. Mi sorge un dubbio: la sera prima del prelievo avevo cenato tardi, con una margherita e il dolce,può darsi che il valore iniziale fuori norma dipenda da quello? Grazie. Intanto sto seguendo la dieta, che non è molto diversa da quella che facevo prima. Cordiali saluti.

Gentile lettrice, le hanno fatto proseguire la curva semplicemente perché il valore della glicemia basale era nei limiti per somministrarle i 75 grammi di glucosio: mi spiego, se una persona è diabetica e non lo sa o non lo comunica al laboratorio, chi fa il prelievo non può rischiare di somministrare una dose potenzialmente pericolosa di glucosio, sicché si accerta effettuando la glicemia basale PRIMA di somministrare il glucosio. Tale dosaggio nel suo caso ha consentito di proseguire nell’analisi, tutto qui. Certo, a stringente rigor di logica, essendo il primo valore comunque più alto di quello necessario per stabilire un diabete gestazionale secondo le nuove linee guida, il laboratorista avrebbe anche potuto sospendere l’esame, ma non essendoci precise indicazioni a riguardo ha preferito, giustamente, proseguire nell’indagine anche per offrire al clinico (il suo ginecologo) un quadro più dettagliato della situazione.
Cordialmente,

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Nutrizionista