Anonimo

chiede:

Buongiorno dottore. La domanda che vorrei farle potrebbe sembrare banale ma, vista la mia situazione, non è così. Sono una donna di 32 anni, operata di craniofaringioma con asportazione quasi totale dell’ipofisi e quindi in terapia sostitutiva di cortisone e altri farmaci. Ho fatto una I.U.I e ora sono alla 19^ settimana di gravidanza (tutti i medici dicono che è un miracolo visto che sono state bastate solo 2 inseminazioni). Dagli ultimi esami che ho fatto è risultato un aumento considerevole del cortisolo libero urinario. Il mio ginecologo dice che potrebbe essere causa della placenta che di suo produce già cortisolo che aggiungendosi a quello che prendo spiegherebbe tale aumento. La mia endocrinologa, invece, sostiene che non è vero che la placenta produce cortisolo e che non avendo l’ipofisi è praticamente impossibile. Per ora mi ha dimezzato la dose di cortisolo ma non so come andranno le cose più avanti. Quello che vorrei sapere da Lei è cosa ne pensa. Se ritiene cioè che il mio ginecologo abbia detto una cosa giusta o se invece l’endocrinologa, pur non essendo nel suo campo, ha ragione. Purtroppo quando si ha a che fare come me con diversi medici è un incubo continuo. Ognuno di loro dice la sua che immancabilmente non corrisponde a quanto detto dal collega. In condizioni normali non mi sarei preoccupata ma ora c’è di mezzo un’altra creatura e VOGLIO che le cose vadano bene. Mi scuso per il disturbo e La ringrazio anticipatamente per la risposta. Cordiali saluti,

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora Alessandra, la placenta produce diverse sostanze con azione ormonale, ma il cortisolo viene normalmente prodotto solo dalle ghiandole surrenali, stimolate dall’ACTH secreto dall’ipofisi. Nel suo caso, visto che è in terapia sostitutiva con cortisone già prima di rimanere incinta, vale la regola di adattare il dosaggio del farmaco in base ai valori ormonali rilevati man mano durante il prosieguo della gestazione. Cordiali saluti ed auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo