Cistite e piscina | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buonasera, le scrivo perchè ho dei dubbi sul cosa fare o non fare in un caso specifico come il mio. Sono nel sesto mese di gravidanza e vorrei poter iniziare un corso di nuoto per gestanti, ma sin da quando sono piccola soffro di cistiti ricorrenti (non mi è più venuta da ca 2 anni onestamente), tanto che, ca 4 anni fa sono stata ricoverata al reparto di urologia di Perugia per esami e visite anche invasive dovute a cicli di cistite che comparivano ogni 15 giorni. In questi mesi ho fatto analisi e tamponi anche per scongiurare una banale candida albicans e infatti finora non ho nessun dato negativo per fortuna. Ph 5,5, tamponi e analisi urine perfetti. Lei come valuterebbe questa situazione? Ci sono farmaci, anche naturali, che potrei usare come prevenzione? O sarebbe meglio optare proprio per un altra strada (yoga, pilates…)? O magari tentare almeno una volta e vedere il risultato? Amo nuotare, ma arrivare a rischiare cistite e infezioni che finora sono riuscita a non contrarre sarebbe meglio! La ringrazio del tempo a me dedicato,

Gentile Silvia,
a mio parere la piscina non costituisce un rischio specifico per cistite. Per altre infezioni dovrebbe esser sufficiente osservare le normali precauzioni igieniche. Mi rendo conto che il mio parere non è scientifico, ma non lo è neanche attribuire alla piscina un ruolo preponderante nella genesi di tutte le infezioni. Sono più a rischio gli spogliatoi e il bordo piscina. L’acqua della piscina è in genere talmente addizionata di cloro che credo sia innocente. Ovviamente deve poter contare sul fatto che siano rispettate tutte le norme. Comunque si consulti anche con il suo medico. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Infettivologo