Aborto spontaneo: qual è la causa? - GravidanzaOnLine

Mara

chiede:

Buongiorno gentile dottore, volevo porle alcune domande. Ho avuto due aborti spontanei con RCU e premetto che ho già un figlio, avuto due anni fa. Dai tanti esami che ho fatto non è risultato nulla di preoccupante, se non una doppia mutazione eterozigote c677t e a1298c, e mi è stato detto che avrei dovuto fare l’eparina per la gravidanza successiva (durante quest’ultima, tuttavia, assumevo cardioaspirina, deltacortene e progesterone x2)  Volevo porle alcune domande. Dopo il raschiamento ho eseguito un tampone ed è risultato positivo allo streptococco agalactiae: un primo ginecologo mi ha detto che posso eseguire l’isteroscopia nonostante ci sia l’infezione in corso, mentre un’altra ginecologa afferma che devo aspettare che passi dopo la cura antibiotica per poter effettuare l’esame. Cosa devo fare?

La seconda domanda, invece, riguarda i miei aborti spontanei, avvenuti entrambi a 8 settimane per arresto di battito cardiaco: non ho mai eseguito il cariotipo fetale e quello che mi sento dire è che tutti gli esami sono  nella norma, che ho già avuto una gravidanza senza problemi con parto naturale e che si tratta solamente di sfortuna… È possibile? Grazie mille per il suo consulto.

Avendo avuto due aborti clinici (ossia la presenza di due gravidanze riscontrate ecograficamente e/o da un punto di vista anatomopatologico) inquadra il suo caso come di poliabortività. Andrebbe realizzato tutto lo studio della poliabortività (cariotipo di entrambi i partner, isteroscopia, valutazione delle trombofilie ereditarie e acquisite, TSH, PRL, Insulina, spermiogramma con frammentazione del DNA).

La causa più probabile degli aborti, essendo questi ultimi del primo trimestre, potrebbe essere delle aneuploidie (anomalie del numero dei cromosomi) dell’embrione. Non c’è riscontro che la doppia mutazione MTHFR possa esserne stata la causa.

Può realizzare l’isteroscopia in seguito alla terapia antibiotica instaurata. Mi faccia sapere i risultati delle prove diagnostiche. In termini generali la presenza di un figlio nato precedentemente e il numero di aborti basso (solo 2) fanno si che la probabilità di parto nei prossimi anni sia ancora sovrapponibile alla popolazione generale. Al momento non era ancora consigliabile valutare il cariotipo del prodotto abortivo. Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie