Ascite addominale ad uno dei feti

Anonimo

chiede:

Sono una donna gravida alla 31^ settimana gemellare. Il mio
ginecologo mi ha prescritto l’orudis, una compressa al dì, e l’ho assunto per
circa 20 gg. dalla 24^ settimana fina alla 28^ sett. Vorrei saper quale
sono
le conseguenze del farmaco assunto in stato di gravidanza in quanto mi è
stata riscontrata alla 28^ sett/na una ascite addominale ad uno dei feti.
Le
faccio presente che dall’ecografia non si sono riscontrate anomalie agli
organi e che entrambi i feti crescono regolarmente al periodo di gestazione
tranne la circonferenza addominale. quali sono le cause di quest’anomalia?in
caso di riassorbimento quali sono i danni permanenti al feto? a cosa si
va
incontro? grazie per la vostra attenzione, Cordiali saluti.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora Emilia, purtroppo la gravidanza gemellare è sempre da considerarsi
patologica ed è difficile porre una diagnosi del disturbo riscontrato, in
quanto non esistono per ora esami che si possano effettuare al feto in utero
senza compromettere la sua salute. Pertanto non resta che seguire l’evoluzione
del fenomeno, che poi sarà risolto dai neonatologi alla nascita. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo