Anonimo

chiede:

Gentile Dottore, sono una donna di 33 anni, che nell’anno 2002 ha avuto due aborti, sempre nel
medesimo periodo (6/7 settimana).
Il primo al 04-01-02 definito come aborto spontaneo, il secondo al 04 -08-02 definito come aborto interno. Prima di affrontare una nuova gravidanza, da indagini di laboratorio mi è
stato riscontrato l’ipotiroidismo.
Da Gennaio 2003 prendo costantemente l’Eutirox 75mg.
Circa a metà dell’anno 2003 dietro consiglio dell’endocrinologo, ho cercato
una nuova gravidanza che è arrivata alla fine di Novembre.
Purtroppo anche questa ha avuto esito negativo, il 23-01-04 ho avuto il mio
3° aborto definito incompleto, l’espulsione del materiale (così è stato
chiamato in pronto soccorso) è avvenuta a casa. Perdite filamentose che via via col passare delle ore divenivano sempre
più
scure fino all’espulsione.
Faccio notare che avendo avuto l’espulsione a casa, non mi è stato possibile
fare analizzare il materiale, faccio inoltre osservare che nel primo e nel
secondo caso ho subito il raschiamento, mentre invece l’ultimo avendolo
espulso quasi completamente, mi sono state date delle gocce (Methargin) più la
puntura (immunoprofilassi) essendo io fattore Rh Negativo e mio marito
Rh
Positivo.
Dopo la” breve” storia della mia non gravidanza la domanda che volevo
porgerle è la seguente:
che esami mi consiglia di fare per scoprire una eventuale causa.
La ringrazio per l’eventuale risposta che spero potrà aiutarmi.
Distinti saluti

Gentile signora Carla, potrebbero essere in gioco degli autoanticorpi.
Penso che il suo ginecologo sia in grado di indicarglieli e quindi prescrivere
gli opportuni esami. Auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo