Aborto o ciclo? | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, io avrei una domanda da fare, so che sembrerò una stupida ed un’immatura ma all’epoca non ragionavo con la mentalità di ora. Qualche anno fa, accadde che al termine di qualche ciclo mi prendesse il panico per il rischio di essere rimasta incinta a seguito di rapporti non protetti (vedi coito interrotto oppure non protetti ma in fasi del ciclo che non venivano ritenute a rischio come la prima settimana o l’ultima del ciclo). In preda al panico mi tirai qualche pugno alle ovaie, basso ventre e pancia. Non so descrivere l’entità del pugno, non ricordo ematomi superficiali, al massimo accusai un dolore moderato per qualche ora dopo il fatto. Mi picchiavo cercando di tenere il ventre rilassato ed inibire la contrazione riflessa di difesa. So di essere stata superficiale e stupida, ma so per certo che purtroppo non sono l’unica adolescente ad aver compiuto questo gesto inconsulto. Il mio ciclo non è mai tardato, al massimo il ritardo è stato di uno/due giorni, e anzi delle volte iniziava già qualche giorno prima del 28esimo. A volte un giorno o qualche ora dopo l’accaduto. Ciò che voglio chiederLe è: ritiene che sia possibile aver causato un’interruzione di gravidanza in questo modo? Inoltre io ho sempre avuto cicli molto brevi, anche di due giorni, con l’espulsione di coaguli di sangue. Ricordo una volta, non so se impressionata da un coagulo ebbi l’impressione che assomigliasse ad un feto. Ma è possibile che ciò accada? In caso di concepimento non avrei dovuto evidenziare comunque un ritardo superiore a qualche giorno all’arrivo naturale del mio ciclo? L’emorragia da aborto potrebbe sommarsi a quella del flusso mestruale? Non avrei dovuto evidenziare in questo caso un ciclo molto abbondante e più lungo del normale??? So di sembrare ridicola. Ma la prego, non ignori la mia mail. Grazie. Distinti saluti

Redazione

Redazione

risponde:

Più che stupida, mi sembra ancora in preda al panico. Non riesco a capire lo scopo del suo quesito. Innanzitutto è impossibile che abbia potuto provocare un aborto in quel modo e avvisi anche le sue amiche. E se proprio per caso, e non certo per i suoi pugni, davvero avesse abortito, cosa cambierebbe? Quindi raccolga meglio le idee e si rechi da un ginecologo di sua fiducia, faccia un controllo con pap test e si faccia prescrivere un metodo anticoncezionale. In questo modo potrà finalmente liberarsi dal panico e vivere una serena vita sessuale. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo