Stafilococco Aureo in Gravidanza

L’infezione da stafilococco aureo è molto comune fra la popolazione femminile di tutto il mondo. La contaminazione avviene a opera di un batterio, il quale -se non opportunamente intercettato e trattato- può provocare infezioni di notevole entità a carico dell’epidermide, del sistema respiratorio o dell’apparato urinario.

Stafilococco Aureo in Gravidanza
Stafilococco Aureo in Gravidanza

Stafilococco aureo nel primo trimestre di gravidanza

Gentilissimo Dott., mi chiamo Valentina e le rispondo riguardo al suo quesito: sia la ginecologa che il medico di base mi hanno detto di non prender nessuna antibiotico nel primo trimestre per una cosa simile, se persiste lo prenderò dopo la dodicesima settimana! Io ora sto meglio, può essere che l'abbia eliminato senza antibiotico? Cosa mi consiglia di fare!?

Stafilococco aureo nel primo trimestre di gravidanza

Salve, sono una mamma di due bimbe di 1 e 3 anni ed ho scoperto da poco di esser in gravidanza in concomitanza ad un brutta eruzione cutanea molto pruriginosa; dato che tre settimane fa mi sono procurata una ferita alla mano che non si riesce a rimarginare, il dermatologo ha voluto farmi fare tamponi cutanei risultati positivi allo stafilococco aureo... per il quale servirebbe antibiotico, ma nel primo trimestre sconsigliato! Ho una grande paura di poterlo passare alle bimbe, però se non mi curo... Grazie infinite

Stafilococco nel liquido seminale, il feto può avere dei problemi?

Salve, sono Federica di 42 anni e sono in 19 settimane. Da circa un anno mio marito ha una prostatite da stafilococco. Se al momento del concepimento ci fosse stato lo stafilococco nel liquido seminale, il feto può avere dei problemi? Circa un mese fa ho eseguito la villocentesi ed è risultato tutto nella norma. Grazie

Tampone vaginale positivo a Escherichia coli e rare colonie di Stafilococco aureo

Gentile dottore, sono in gravidanza a 17+2 e il mio ginecologo mi haprescritto un tampone vaginale senza che io avessi sintomi di pruriti operdite maleodoranti. Sono risultata negativa alla gardnerella e allostreptococco beta, tuttavia risulto positiva a Escherichia coli associato arare colonie di stafilococco aureo. In attesa della visita dal ginecologo,ho letto in rete che la presenza di Escherichia coli può essere causa diaborto spontaneo o parto prematuro, secondo lei c'è da preoccuparsi ol'infezione potrà essere risolta con l'assunzione di antibiotici specifici?Come mai pur essendo positiva a tali batteri, non avverto alcunfastidio-sintomo? Grazie della risposta che vorrà fornirmi.

Prescrizione di antibiotico per infezione da stafilococco aureus

Buongiorno Dottore, mi chiamoSavina, ho 31 anni e mi trovo alla 14sima settimana di gravidanza. Ho fatto urinocoltura con antibiogramma ed è risultato che ho una infezione da stafilococco Aureus nelle vie urinarie.Sono moltopreoccupata, e vorrei sapere quali sono le conseguenze sul feto dovute a questo batterio. La ginecologa mi ha prescritto l'antibioticoERITROMICINA 600 mg da prendere 2 volte al giorno x 5 gg. Io però sono un po’ contraria a prenderlo perché a causa della nausea e del vomito mangio poco e niente e ho perso già 3 kg, ora peso 47 Kg, e ho paura di non reggere gli effetti devastanti dell'antibiotico. È proprio necessario che io lo prenda?In attesa di una Sua risposta, Laringrazio in anticipo. Distinti saluti.

Stafilococco aureo coagulosi positiva

Per una prostatite ho fatto l'esame colturale del liquido seminale ed è risultato infezione da stafilococco aureo coagulosi positiva che da antibiogramma risultava sensibile alla levofloxacine. Il medico mi aveva prescritto per 15 giorni ma io per essere sicuro di debellarlo ho continuato per 30 giorni con una compressa da 500 ogni seracome mi aveva indicato il dottore. Dopo 15 giorni dalla fine della terapia rifaccio l'esame del seme e risulto ancora positivo a tale batterio. Come è possibile che un batterio che da antibiogramma risulta sensibile a tale antibiotico non viene sconfitto? Come sintomi avevo anche dei foruncoli che mi uscivano sulla nuca, secondo lei se non è stato vinto dovrebbero riapparire tali foruncoli o può avere un cambio di residenza? E ancora, è possibile che possa essere incappato in un falso positivo? Insomma, prima di prendere ancora antibiotici vorrei essere certo che ne abbia veramente bisogno. Cosa mi consigliate di fare in questo caso a parte di parlarne con il mio dottore che ho già fatto e mi ha segnato ancora 10 giorni dello stesso antibiotico che naturalmente non intendo prendere per il momento… grazie per le risposte e buon lavoro. Volevo domandare se in pratica dovessi accusare sintomi potrei fare ameno di prendere ancora antibiotici o devo comunque rendere il seme sterile? E inoltre, essendo localizzato il batterio nel seme, significa che è dentro la prostata? Grazie per le risposte e mi indichi un bravo medico nella provincia di Salerno

Stafilococco aureo e prostatite

Buonasera,mio marito ha scoperto, dopo opportune analisi (tampone uretrale), di avere contratto lo stafilococco aureo e di avere una prostatite. Noi, da mesi, stiamo cercando un figlio che non arriva; ci chiedevamo se la causa fosse da ricercare nel problema riscontrato. Ora è in cura da un urologo il quale, dopo avere effettuato un antibiogramma, sta cercando la cura più mirata. Il mese scorso abbiamo avuto rapporti non protetti e ci chiedevamo, nel caso di una eventuale gravidanza, quanto possa essere pericoloso aver procreato con questo problema. Se invece le mestruazioni arrivassero regolari e mio marito cominci la cura antibiotica, quanto dovremmo aspettare per avere di nuovo rapporti non protetti? Inoltre questo batterio è contagioso? Anche io devo fare opportuni controlli?Mio marito lavora in Alitalia ed è probabile che abbia contratto questa infezione durante i suoi spostamenti? C'è una dieta da seguire?Mi rendo conto di averla "bersagliata" i domande, mi auguro che possa rispondere a tutte!Nel ringraziarla anticipatamente Le porgo Distinti Saluti.

Stafilococco gallinarium

Salve, mi chiamo Simona e sono al sesto mese di gravidanza e sono preoccupata… il mio ginecologo dopo accertamenti ha riscontrato un infezione chiamata Stafilococco gallinarium, trovandomi su internet ho scoperto il Vostro sito per caso, e vi chiedo gentilmente sapreste dirmi cos’è di preciso questa infezione e come si contrae? Sulle donne in gravidanza che tipo di danni può provocare? Grazie

Stafilococco epidermidis

Gentilissimo dottore, ho fatto le analisi ed esattamente l'urinocolturadacui è risultato esito: positivo, stafilococco epidermidis, caricabatterica 200.000, da cosa può dipendere, e cosa può causarmi? Io sonosingle, ho 36 anni e non ho figli, ne vorrei in futuro per cui mi consiglilei una terapia ed eventuali precauzioni da prendere... la ringrazio contutto il cuore e resto in attesa di una sua graditissima risposta. p.s.grazie.

Escherichia coli e stafilococco aureo

Salve a tutti. Io e mio marito stiamo tentando di avere un figlio da più di un anno ma senza nessun risultato. Io ho 34 anni e lui 45. Dopo questi insuccessi ho fatto tutti gli esami e sono risultati normali. Mio marito ha fatto una urinocoltura e gli è stata riscontrata una escherichia coli. Ha fatto anche uno spermiogramma con i seguenti risultati:Volume ml 3.0-Spermatozoi 22200/mm cubo-Filanza mm 0 - Colore Paglierino-Round cells 1150 mm cubo - Viscosità Normale Leucociti 2290/mmCubo - odore s.g. - Liquefazione a 30' Completa - Ph 7.6; Motilità Spermatozoaria Dopo 45'tot.60% (tipi A"vivace e progressiva" 6%-Tipo B"lenta ma progressiva" 19%-Tipo C"bradicinetici-lenti" 30%- Immobili 45%. Dopo 120' Tot. 50% Tipo A 6%-Tipo B 19%-Tipo C30% - Immobili 45%. Dopo 180' Tot. 40% Tipo A 2% - Tipo B 16% - Tipo C26% Immobili 56%. Dopo 6 ore Tot.30%. Dopo 9 ore 0%. Agglutinazione dopo 120: conglutinati. Spermatozoi normali 20%; spermatozoi abnormi 80%; irregolarità testa 41% Irr. Midpiece -coda 37%; irr.entrambi 22%; cellule germinali immature 30%; Spermatozoi 11.500.000; Leucociti Diversi; Emazie Assenti; Cellule epiteliali Alcune; Flora Batterica Numerosa; altri elementi alcuni detriti prostatici. Riepilogo Conta totale degli spermatozoi dotati di motilità progressiva: 11.500! .00 & gt; Indice seminale 3.9. La spermiocoltura ha evidenziato i seguenti dati: esame batteriologico: la ricerca colturale su terreni selettivi (agar sangue mc conkey, kliger, tkv) ha evidenziato lo sviluppo di numerose colonie di cocchi gram positivi. L'isolamento ha evidenziato le seguente specie stafilococco aureo. Prova alla catalasi positiva. Ora con questi dati alla mano è possibile che io rimanga incinta? Premetto che sono due mesi che sto assumendo al terzo giorno del ciclo per 4-5 giorni il clomid. Grazie mille, Cordiali saluti

Medico Risponde - Andrologo

Stafilococco e E.coli possono aver influito nell'insuccesso?!

Salve dottore, sono un ragazzo di 32 anni e da circa 8 mesi con miamoglie (30 anni) siamo in cerca di un bimbo, ma niente. Dopo la sua visitaginecologica è risultato tutto ok, quindi ho eseguito una spermiocolturadallaquale è risultata la presenza di stafilococco aureus con rari leucociti ealcune cellule e anche E.coli all'esame del liquido seminale le formenormali erano 60% v.n. 80% forme anormali 40% v.n. 20% 40% la motilità20% rapidamente progressivi 40% debolmente progressivi. Volevo sapere se lostafilococco e l’E.coli possono aver influito nell'insuccesso e se ivalorisono anormali. Aiuuuuutooooo!!!!

Medico Risponde - Infettivologo

Infezioni vaginali da stafilococco aureo

Egregio dott. Schubert, ho letto la sua risposta alla ragazza che non riusciva a superare un problema di vaginosi batterica consigliandole una cura a base di metronidazolo. Il mio problema è che soffro da anni di infezioni vaginali da stafilococco aureo alternate ad infezioni da escherichia coli, stafilococco epidermidis. Ho fatto mille cure con antibiotici e mi sono rivolta a molti ginecologi, ma non sono mai riuscita a risolvere il problema. Ora, in seguito ad un tampone vaginale in cui è risultata l'ennesima presenza di stafilococco aureo, l'attuale ginecologo a cui mi sono rivolta mi ha consigliato una cura di soli lattobacilli (bactocin cps da inserire in vagina per 3 volte la settimana a giorni alterni per un mese a cui vuole far seguire una cura a base di normogin e in più uso mattina e sera saginil gel, causa una leggera secchezza vaginale). Premetto che l'infezione non è molto forte, avverto del pizzicore all'esterno della vagina e ho delle piccole perdite gialline. Il mio fastidio sono più che altro i rapporti col mio partner (col quale però non ho rapporti da 7 mesi) perchè sento un po’ di bruciore all'inizio e non nego che la situazione è frustrante! Volevo appunto sapere se potevo far uso di metronidazolo o lasciar stare e seguire una cura con lattobacilli! Ringrazio anticipatamente per la cortese risposta.