Petting

Cos’è il petting? Questo termine deriva dall’inglese “to pet”, con il quale si indica l’atto di coccolare un animale domestico. Petting, tuttavia, nell’accezione odierna viene utilizzato per denotare l’insieme di effusioni quali carezze, coccole, abbracci, nonché stimolazioni sessuali che vengono scambiati in una coppia, senza però includere un rapporto completo.

Petting
Petting

Rapporto incompleto, rischio gravidanza?

Salve dottore,io e il mio ragazzo esattamente il 31 agosto del 2016 abbiamo avuto un rapporto incompleto, mi ha inizialmente masturbata poi abbiamo iniziato a fare del petting e lui credo mi abbia penetrato con solo la punta del glande.Premetto che lui soffre di fimosi e io sono ancora vergine.Appena entrato con la punta, lui si è staccato subito dicendomi che era meglio utilizzare il profilattico, però si è toccato la punta e cera del liquido appiccicoso, solo che lui ne prima il "semirapporto" ne durante è venuto, solo dopo essendosi masturbato è venuto. Il ciclo mi dura 5 giorni e ce l'ho ogni 26/27.Ci sono possibilità che io sia incinta? Grazie mille.PS: Abbiamo letto che il liquido si chiama "preorgasmico".

Aiuto, il mio pene ha toccato il suo ano, potrebbe essere incinta?

Buonasera, ieri sera ho avuto un rapporto incompleto con una ragazza che ha 16 anni ed è ancora vergine… dico incompleto perchè abbiamo fatto petting, il mio pene ha toccato il suo ano, dopo di che mi sono eccitato ed è uscito un liquido… ho provato a trattenerla e poi l'ho messa fuori. Il dubbio che mi viene è se qualche goccia abbia toccato l'ano o anche la vagina della ragazza che è vergine… Aspetto risposte con ansia

Dubbi e incertezze sulla possibile gravidanza

Salve dottoressa, avrei bisogno di un aiuto, questo mese la mia ragazza non ha avuto un normale svolgimento del ciclo, dovevano venirgli le mestruazioni il 28 Ottobre ma ancora non gli sono venute. Siamo preoccupati perché non gli é mai capitato, non abbiamo mai fatto sesso, ma abbiamo fatto petting, ma quasi sempre stiamo attenti che io non mi toccassi e successivamente toccare lei, ha dei sintomi strani mal di pancia, mancanza di appetito, a volte senso di vomito. Informandomi su altri siti ho visto che il ciclo può ritardare se una persona si prende di ansia o si preoccupa per qualcosa. Vorrei che lei mi desse un consiglio, la ringrazio. Arrivederci

Ho solo 16 anni… potrei essere incinta?

Salve dottore, spero lei mi risponda perché sono molto preoccupata. Ho avuto il mio ultimo ciclo il 10 Ottobre, il 18 Ottobre ho fatto petting con il mio ragazzo e dopo l'eiaculazione di lui ha sistemato il suo pene nei boxer, e dopo qualche minuto mi ha masturbata… e sebbene avesse le mani sporche, siamo sicuri che il suo dito fosse secco. Potrei essere incinta? So di non essere in ritardo, ma ho la nausea da tre giorni e sono molto spaventata. Ho solo 16 anni! Per favore aiutatemi! Ringrazio in anticipo.

Penetrazione con dito bagnato di sperma. Possibile gravidanza?

Salve dottori. Scrivo per la prima volta, ma seguo da diverso tempo questo sito e colgo dunque l'occasione per farvi i complimenti. Non voglio farle perdere altro tempo prezioso e, giacché la mia domanda è molto lunga, scrivo subito la mia vicenda. La mia ragazza ha un ciclo abbastanza regolare di 31/33 giorni. L'altro mese, nei giorni a metà tra un ciclo e l'altro, stavamo facendo del petting. Io ero in mutande, lei nuda. Ci stavamo strusciando e io ho leggermente eiaculato all'interno dei miei boxer (si è trattato di un piccolo schizzo, non di un'eiaculazione vera e propria). Dopo quasi 5 minuti, ho deciso di "controllare la situazione" dentro le mutande ma, allargando l'elastico dei boxer, col dito ho toccato accidentalmente la parte del tessuto bagnata. Il contatto è durato pochissimo, tanto che il mio dito era giusto un po' umido, non bagnato. Non ho dato molto peso alla cosa e ho deciso di strofinare il dito tra le lenzuola (in mancanza di fazzoletti) e di passarci sopra molta saliva, prima di penetrare la mia ragazza con il dito questione. Questo appena raccontato è l'unico episodio "rischioso" che ho avuto nel corso del mese passato con la mia ragazza. Solitamente il suo ciclo è composto dai primi 2 giorni di macchiette sull'assorbente e da altri 5 di flusso abbondante. Questo mese, però, i giorni delle macchiette sono stati 4, mentre quelli di flusso abbondante sono rimasti gli stessi: in pratica, il suo ciclo è durato 9 giorni (4+5), invece che i soliti 7 (2+5). Per quanto riguarda i sintomi, invece, tutto come sempre: qualche doloretto di pancia prima dell'arrivo del ciclo e nei primi giorni di flusso abbondante. Ciò che le chiedo è: è possibile che durante quel rapporto abbia messo incinta la mia ragazza e che quelle che ha avuto, visti i due giorni in più di durata, siano state delle false mestruazioni? Oppure non c'è nessun rischio-gravidanza e l'aumento del ciclo è dovuto ad altri fattori come lo stress (nell'ultimo mese lei ha fatto un test di ammissione per entrare all'università e proprio in quei giorni stava aspettando i risultati)? Approfitto di queste ultime righe per ringraziarvi ancora, per la vostra precisione e disponibilità. Cordiali saluti e buon lavoro.

Ciclo strano e aborto

Vorrei innanzitutto ringraziarla per l'attenzione che mi riserva, so che probabilmente le mie paure sono infondate, ma leggendo in internet svariati articoli e non avendo mai avuto un consulto medico ho dei dubbi su un episodio accadutomi alcuni mesi fa. Ho 22 anni compiuti da poco e per sette mesi sono stata con un ragazzo di 24 anni. Ho sempre avuto un ciclo di circa 28-30 giorni e anche quando stavamo insieme non ho mai avuto rapporti completi. A novembre dell'anno scorso, precisamente il 18, ero in pieno periodo fertile: col mio ragazzo ci siamo limitati a fare del petting da vestiti (strusciamenti) lui in mutande, io in mutande e collant. Non credo ci sia stata fuoriuscita di alcun liquido, anche perchè credo proprio ce ne saremmo accorti. Ma da subito mi è rimasta la paura che anche così si potesse rimanere incinta: aspettavo il ciclo per il giorno 2 dicembre. Il giorno 29 novembre eravamo insieme e ha avuto un'eiaculazione esterna nei pantaloni, comunque lontano da me e non nel periodo fertile. Il 3 dicembre mi è arrivato il ciclo, ma non si sono presentati i soliti dolori, è durato meno, due giorni, ed è stato molto meno abbondante (di solito ho un ciclo di cinque giorni), di colore rosso-marrone. Mi sono tranquillizzata, ma ho comunque aspettato un po' in ansia il ciclo seguente, che sarebbe dovuto arrivare tra il 31 dicembre e il 2 gennaio. Con l'ansia alle stelle, il 2 ho trovato solo una piccola macchia rosso vivo sulla carta, poi più nulla fino al 5, quando mi è tornato il ciclo durato sei giorni: solo che nei primi due giorni è stato più abbondante del solito, i dolori più forti e mal di schiena durante la mattina del 6 gennaio. Specifico che il giorno cinque sono andata a sciare. È normale una cosa del genere? Non mi è mai capitato di avere perdite da spotting, se quello è effettivamente stato: è anche vero che eravamo nei giorni di capodanno, forse i ritmi un po' stravolti possono aver influenzato? E anche il fatto che io e il mio ragazzo abbiamo comunque raggiunto un forte livello di eccitazione senza comunque avere avuto un rapporto? Per alcuni giorni dopo la fine del ciclo ho avuto anche dolori al seno, cosa che non mi è mai capitata, e questi si sono presentati più lievi anche prima dei cicli seguenti. Nei mesi seguenti il ciclo è continuato regolarmente e i dolori sono tornati "nella norma". Vorrei capire se tutto questo non può essere stato sintomo di altro: lo so che è quasi una pazzia pensare una cosa del genere, ma se fosse stato un aborto? Magari il ciclo di dicembre non era un vero e proprio ciclo ma perdite da impianto e poi è finito tutto in corrispondenza del ciclo di gennaio. Lo so che è davvero molto improbabile, ma gradirei comunque una parola da parte sua. È piuttosto imbarazzante per me, tenendo conto del fatto che dovrei comunque aver raggiunto una certa maturità, ma sono molto inesperta e piuttosto paranoica, sopratutto in un ambito in cui non ho "dimestichezza": in futuro almeno potrò stare più tranquilla. Grazie dell'attenzione

Una piccolissima quantità di sperma su un dito può fecondare?

Salve dottore. Per prima cosa Le faccio i complimenti per la disponibilità e la tempistica nelle sue risposte. Spero che aiuterà anche me insieme a tutti gli utenti che ogni giorno hanno dei dubbi. Mentre facevo del petting con la mia ragazza, mi sono ritrovato con una piccolissima fuoriuscita di sperma all'interno dei miei boxer. Per controllare, ho accidentalmente toccato con il dito la parte bagnata (molto poco bagnata, quasi umida; lo sperma uscito era davvero poco), ma il contatto è durato pochissimo, tanto che avevo a malapena il dito bagnato. Di conseguenza, ho strofinato il dito sulle coperte in mancanza di fazzoletti. Poi ho penetrato la mia ragazza con quel dito, ma solo dopo aver passato molta saliva sul dito, sia per pulire meglio la parte sia per lubrificare la vagina. Sinceramente all'inizio non pensavo a un rischio di gravidanza, poi però la preoccupazione della mia ragazza ha allentato la mia sicurezza. Considerando che siamo più o meno a metà del ciclo, c'è rischio che quell'esigua quantità di sperma sia sopravvissuta, come detto prima, alle coperte e alla saliva e abbia messo incinta la mia ragazza? Grazie mille per l'attenzione. Cordiali saluti.

Il ciclo non arriva e in compenso arriva l’ansia…

Ho 27 e premetto che sono ansiosa. Non ho mai avuto rapporti completi e non ho mai portato il conto del ciclo essendo anche irregolare, ma durante il mese scorso e quello in corso non ho mai avuto rapporti completi, solo petting, senza contatto tra parti intime, vestiti. Ero tranquilla fino a quando non mi sono resa conto di non avere né i miei soliti sintomi premestruali (mal di testa, nausea, irritabilità), né tantomeno il ciclo. Solo perdite simili alla chiara d’uovo durate un paio di giorni e trovavo sempre gli slip bagnati. Poi più nulla. Il ciclo non arriva e in compenso arriva l’ansia. Pur conscia di non aver avuto un rapporto completo, compro un test. Non ho usato la prima urina ed è per questo che non riesco ancora a calmarmi. È risultato negativo. Devo ripetere il test o aspettare e calmarmi? Aggiungo che circa dieci anni fa mi sono operata per una cisti ovarica con asportazione di tuba e un pezzo di ovaia.

Gli spermatozoi possono attraversare vestiti?

Salve, dottore. Vorrei chiederle una cosa. Ho praticato del petting con il mio ragazzo, durante il quale io ero nuda, mentre lui indossava i boxer. Le sue mutande erano un pochino bagnate esternamente di liquido pre-eiaculatorio (proveniente naturalmente dall'interno del tessuto) che, durante lo sfregamento con le mie zone intime, è entrato in contatto con l'entrata della mia vagina. È possibile che io sia rimasta incinta a causa di una fuoriuscita di spermatozoi provenienti dal liquido pre-eiaculatorio, i quali hanno poi attraversato il tessuto degli slip e sono arrivate fino alle mie zone fertili (preciso che lui non ha eiaculato durante il petting e non aveva eiaculato neanche nei giorni precedenti)? Grazie, cordiali saluti.

Bhcg negativo e pillola del giorno dopo. Posso essere comunque incinta?

Gentilissimo dottore,mi urge cortesemente chiederLe se il test beta hcg effettuato 15 giorni dopo rapporto (quest'ultimo senza penetrazione ma del petting) è attendibile l’esito negativo che mi ha dato. A ciò aggiungo che ho assunto anche la piccola del giorno dopo e il ciclo mi è arrivato nella mia data, però prima con macchioline 2 giorni poi per altri due giorni scarsissimo. È un effetto della pillola? Può creare questo? Aspetto una sua risposta ringraziandola anticipatamente

Medico Risponde - Ginecologo

Petting senza penetrazione: rischio una gravidanza?

Gent. Dottore,Vorrei un chiarimento urgente. Ho avuto il ciclo giorno 1 aprile, oggi è 29 e ancora niente.Il mio pensiero va a 14 giorni fa… ho fatto petting senza penetrazione, ma per sicurezza ho preso la pillola del giorno dopo 15 ore successive. Secondo lei rischio qualcosa??? La ringrazio, aspetto sua risposta.

risponde

Medico Risponde - Ginecologo

Petting con rischio di gravidanza?

Salve. Molto piacere, mi chiamo Giulia e ho 19 anni. Vorrei chiederle gentilmente una cosa che non mi sta facendo dormire sonni tranquilli. Ho un dubbio riguardo al petting, che nel mio caso comporta un ipotetico rischio di gravidanza. Due-tre giorni dopo l'ovulazione (contrassegnata dalla solita presenza di muco), io e il mio ragazzo abbiamo fatto dei preliminari durante i quali il suo pene è venuto a contatto in maniera prolungata con il mio clitoride. L'episodio si è ripetuto anche il giorno seguente, ma in entrambi i casi, non c'è stata eiaculazione da parte sua (c'era del liquido pre-eiaculatorio, ma, in precedenza non c'erano stati altri orgasmi). Leggendo sul web ho però trovato pareri discordanti e vorrei saperne di più riguardo questo argomento. Le mie domande, quindi, sono: - non essendoci stata eiaculazione, è possibile una gravidanza nel caso descritto da me?; - se ci fosse stata, al contrario, una minima eiaculazione mentre il pene si trovava sul clitoride, ci sono possibilità (quante, all'incirca?) che si sia instaurata una gravidanza (calcolando anche che erano i giorni post-ovulazione)? Vi ringrazio infinitamente per la risposta.

risponde