Episiotomia

Episiotomia

L’episiotomia è un’incisione vulvo-vaginale che può essere necessario praticare durante il parto per evitare lacerazioni e facilitare la fuoriuscita del bambino.

L’operazione consiste nell’allargamento dell’orifizio vaginale tramite un taglio che può essere di due tipi: dalla vulva verso l’ano oppure dalla vulva verso la natica. In entrambi i casi l’incisione si effettua solo se realmente necessaria, e si dovrebbe sempre accompagnare ad un’anestesia locale.

Dopo la fuoriuscita del bambino la ferita viene ricucita con alcuni punti di sutura che vengono poi quasi sempre riassorbiti. In alcuni casi può rendersi invece necessario intervenire nuovamente per la rimozione dei punti.

Si tratta di un’eventualità che andrebbe eseguita solo in casi di reale necessità, che viene valutata dal medico, anche perché l’episiotomia non è priva di effetti collaterali, come dolore durante i rapporti sessuali, perdita di sangue e infezioni.