Milano, al bando “madre” e “padre” dai moduli d’iscrizione scolastici

Milano, al bando “madre” e “padre” dai moduli d’iscrizione scolastici

Sui moduli che le mamme e i papà dovranno compilare per iscrivere i propri figli alle scuole dell’infanzia comunali milanesi, non ci sarà più la dicitura “padre e madre”, bensì “genitore”.

La rivoluzione scatterà dal prossimo 14 febbraio. La novità è conseguenza della delibera per il registro delle unioni civili approvata lo scorso anno dalla Giunta comunale di Milano, guidata dal sindaco Giuliano Pisapia.

Una novità a cui ha lavorato la consigliera del Pd Rosaria Iardino, già responsabile del Forum dei cittadini.

In questi mesi – ha detto la consigliera – ho lavorato con i funzionari del Comune per cercare di tradurre in pratica i principi della delibera“, che equipara le unioni civili alle famiglie di fronte ai servizi offerti dall’amministrazione.

Ma non si sono fatte attendere le prime polemiche sul provvedimento. Il senatore di Ncd Roberto Formigoni ha twittato subito contro il sindaco meneghino e la sua idea di abolire la distinzione tradizionale tra mamma e papà.

E voi cosa ne pensate? Raccontateci il vostro parere qua!