I chili in più di mamma… e bebè

I chili in più di mamma… e bebè

Le donne che prima di iniziare la gravidanza sono lontane dal loro peso forma corrono maggiori rischi di avere un bebè troppo grosso. L’essere obese o in sovrappeso, influenza infatti fortemente la crescita del bebè, ben più di quanto possa fare un’alimentazione troppo abbondante durante l’attesa, o troppi chili accumulati nei nove mesi.

Proprio per questo, quando si programma l’arrivo di un bebè, è bene tenere d’occhio il proprio peso e valutare il proprio indice di massa corporea.

Lo si calcola dividendo il proprio peso espresso in chili per la propria altezza espressa in metri al quadrato. Chi pesa per esempio 54 chili ed è alta un metro e 60, identifica il proprio indice dividendo 54 per 2.56 (1.60 x 1.60). Se il risultato di questa divisione è compreso tra 18.5 e 24, significa che il peso è nella norma.

Si è invece in sovrappeso con valori compresi tra 25 e 30 e obese se si supera il 30. In questi ultimi due casi, perciò, è opportuno mettersi a dieta, prima di iniziare la gravidanza.