Dall’Indonesia la pillola anticoncezionale per lui

Dall’Indonesia la pillola anticoncezionale per lui

Arriverà sul mercato entro quest’anno, almeno su quello indonesiano, la pillola anticoncezionale per l’uomo. Il tanto atteso contraccettivo orale maschile arriverebbe dopo anni di dibattiti tra il serio e il faceto sul “pillolo”, prodotto che dovrebbe riequilibrare il peso della contraccezione orale tra maschi e femmine, attualmente usata solo dalle donne.

La nuova pillola deriva da un arbusto che cresce in un’isola della provincia indonesiana di Papua e, secondo quanto riferisce il quotidiano Jakarta News, entrerà in commercio quest’anno.

L’osservazione che mangiando abbastanza foglie di una pianta chiamata Gandarusa gli uomini riuscivano a non procreare è antica nelle tribù indigene, e dalla fine degli anni ’80 la curiosità si è tradotta in una ricerca scientifica sistematica da parte degli studiosi indonesiani.

Dopo vent’anni di studi e test sia sugli animali che su volontari, la pillola ora è pronta per entrare sul mercato: “Entro quest’anno, al massimo all’inizio dell’anno prossimo, verrà commercializzata – conferma Sugiri Syarief, il capo della commissione governativa sul controllo delle nascite – la pianta ha un principio attivo che blocca alcuni enzimi necessari allo spermatozoo per penetrare nell’ovulo. La pillola non ha effetti collaterali, e l’uomo riguadagna la propria fertilità in circa 72 giorni”.

Il farmaco, il cui sviluppo è costato 226mila dollari, è stato testato prima su 35 volontari e poi su 120, mentre è ancora in corso un trial su 350 soggetti. Pochissimi farmaci della stessa categoria, ovvero pillole anticoncezionali per uomini, sono arrivati ad oggi alla fase di sperimentazione sull’uomo e nessuno è ancora disponibile sul mercato.