In arrivo il primo contraccettivo senza ormoni dalla Svezia

Un gruppo di ricercatori svedesi ha scoperto una sostanza contraccettiva naturale, in grado di creare una barriera impenetrabile per gli spermatozoi all'interno della cervice della donna.
In arrivo il primo contraccettivo senza ormoni dalla Svezia

Un metodo contraccettivo interamente naturale, privo degli effetti collaterali che molte donne sperimentano (o temono: sbalzi d’umore e cambiamenti di peso, solo per citarne alcuni) e da assumere solo quando serve.

In Svezia gli scienziati dello Kungliga Tekniska Högskolan, l’Istituto reale di tecnologia di Stoccolma, hanno scoperto quella che potrebbe diventare una piccola rivoluzione nel campo della salute della donna, e che arriva direttamente dal mare. Il contraccettivo, che si presenta sotto forma di capsula, è composto infatti dal chitosano, polissaccaride che deriva dalla chitina che si trova (anche) nel guscio del crostacei.

La pillola di chitosano si introduce direttamente nella cervice, dove in poco tempo si scioglie rilasciando una sostanza gelatinosa in grado di creare una barriera anti-spermatozoi: la mucosa all’ingresso dell’utero si restringe così naturalmente impedendo la fecondazione, senza più la necessità di ricorrere a ormoni o altre sostanze anticoncezionali.

La scoperta potrebbe far dimenticare gli effetti collaterali dei comuni anticoncezionali e potrebbe avere anche altri impieghi medici, ad esempio nella cura di ulcere e infiammazioni intestinali. Lo studio dei ricercatori svedesi è stato pubblicato sulla rivista scientifica Biomacromolecules: secondo Thomas Crouzier, uno degli scienziati impegnati nella ricerca portata avanti dal KTH, la “pillola naturale” potrebbe presto arrivare sul mercato, diventando a tutti gli effetti una nuova tappa dell’evoluzione dei metodi contraccettivi nella storia dell’uomo. E della donna.