30/08/2014
Registrati alle settimane di gravidanza

News

Il mal di testa in gravidanza

 

Il mal di testa è un disturbo che interessa prevalentemente le donne, che sono infatti colpite dalla cefalea e dall'emicrania in una misura 2-3 volte superiore rispetto agli uomini: il 63% delle persone che soffrono di emicrania è infatti di sesso femminile.

 

Ma perché le donne sono così soggette al mal di testa? Colpevoli sono le fluttuazioni ormonali che avvengono durante il ciclo mestruale e in alcuni momenti particolari della vita femminile.

Durante la gravidanza, invece, il 70% delle donne che soffre di emicrania non presenta più crisi e l'86% nota un netto miglioramento. Il motivo risiede nella produzione di estrogeni, che durante i nove mesi aumenta di oltre 100 volte.


Con gli ormoni cresce anche la produzione di endorfine, le sostanze naturali che alleviano il dolore. Ma non sempre la situazione migliora spontaneamente. In casi rari, la gravidanza può far peggiorare l'emicrania o la cefalea di cui la donna soffre oppure scatenare la comparsa di un mal di testa che si fa sentire per la prima volta.


Le cause di questi disturbi non sono ancora state spiegate. Il problema, però, anche se coinvolge soltanto 7 donne su 100, non va sottovalutato. Durante l'attesa, infatti, l'assunzione di farmaci potrebbe essere pericolosa per il nascituro. Prima di prendere qualsiasi medicinale, bisogna quindi sempre chiedere il parere del medico.


I farmaci nell'attesa


Da evitare
I medicinali da non assumere sono gli ergotaminici, perché possono aumentare il rischio di aborto e di malformazioni al cervello del bimbo.


Da limitare
I salicilati (come l'aspirina) dovrebbero essere limitati perché riducono le contrazioni dell'utero e possono allungare i tempi della coagulazione del sangue sia nella madre che nel bambino.


Da assumere
I farmaci che si possono assumere tranquillamente (anche se sempre sotto il controllo medico) sono il paracetamolo (un antinfiammatorio che combatte il dolore), la metoclopramide (contro il vomito) e il metoprololo (un betabloccante, come cura preventiva dell'emicrania).

 

 

Indice News