Una sola iniezione di anestetico può aver causato problemi al mio bambino?

Lettera non firmata

Carissimo dottore, grazie innanzitutto per l'ottimo servizio che offre.
Alla quinta settimana di gravidanza mi sono sottoposta ad una cura canalare a causa di un dolore insopportabile. Il mio dentista, dopo essere stato informato del mio stato interessante, mi ha fatto un'anestesia a base di mepivacaina senza anestesia. Non ha completato il lavoro per scrupolo, mettendomi una pasta provvisoria e rimandando la conclusione del lavoro al 3 mese. Ho letto in internet che la mepivacaina non è sempre consigliata in gravidanza, in favore di altri anestetici.
La mia domanda è quindi: può una sola iniezione aver causato problemi al mio bambino? Ero alla 5 settimana di gravidanza. Grazie per il consulto, nuovamente ringrazio.

Gentilissima Signora,
sono io che voglio intanto ringraziare Lei per le parole di stima e di riconoscenza per il lavoro che, ormai da molti anni, insieme ad altri colleghi specialisti, svolgo su questo portale a favore di donne che, come Lei in gravidanza, sono spesso assalite da dubbi, paure ed incertezze in merito alla salute loro e del meraviglioso frutto che portano in grembo.
Noi tutti svolgiamo questo servizio in modo totalmente GRATUITO, e perciò, ricevere ogni tanto una parola di ringraziamento fa senz'altro piacere.
Premesso questo, voglio rassicurarla sul fatto che la Mepivacaina è il farmaco più utilizzato in assoluto in odontoiatria. Il suo nome commerciale, con il quale è maggiormente conosciuta, è Carbocaina. Pur essendo controindicato in gravidanza, come peraltro la maggior parte dei farmaci, alle dosi comunemente impiegate per la cure di un dente NON è assolutamente pericoloso. Non riesce infatti, a quelle dosi, a raggiungere una concentrazione tale da risultare tossico o dannoso per il feto.
Per questa ragione La invito a stare serena e a non preoccuparsi assolutamente di nulla. Viva serenamente la Sua gravidanza e stia bene. Cordialmente

condivisioni & piace a mamme