Svolgo lavori manuali pesanti da operaio

Gentilissimo dottore
mi chiamo Serena e ho 47 anni. Lavoro come operaia, aspetto un bambino da cinque giorni. Ho appurato di esserlo per via di un'infezione urinaria. Vorrei conoscere i rischi che corro considerando il mio stato di salute buono (eccetto un trascorso stato di depressione che mi induceva al rifiuto del cibo, adesso risolto). Eccetto che svolgo lavori manuali pesanti da operaio, a volte sollevo pesi di circa 25 chili e opero a contatto con smalti piombici e silici. Grazie

Gentile Serena,
certo la sua non è una situazione di tutta tranquillità, anche se il suo stato di salute è buono. La sua età, già da sola, costituisce un fattore di rischio in più. Il lavoro pesante non giova alla gravidanza, a qualsiasi età. Per quanto concerne il contatto con gli agenti chimici che riferisce, occorre fare una delicata valutazione del rischio professionale di base e di quello teratogeno in caso di gravidanza. Suppongo che l'azienda di cui è dipendente abbia un programma di controllo medico per i suoi dipendenti e quindi le consiglio di rivolgersi proprio alla sua amministrazione. Può darsi che possa ottenere di occuparsi di mansioni diverse durante la gravidanza che non prevedano lavori pesanti o contatto con agenti chimico-fisici potenzialmente dannosi. Oppure si rivolga all'ispettorato del lavoro (ma le anticipo che i tempi per eventuali decisioni sono lunghi e spesso oltrepassano il primo trimestre, con risultato quindi vano). In alternativa consideri la possibilità dell'aspettativa. Cordiali saluti.