Stimolazione con Clomid

Salve, sono Roberta e ho 28 anni, ho sofferto da sempre di cisti ovariche e quindi il mio ciclo è stato sempre molto irregolare, ho
iniziato a prendere la pillola per curare il problema, l'ho presa per un anno e
mezzo dopo di che facendo l'ecografia le cisti sembravano sparite (a detta dei medici), dopo poco tempo (due mesi) il mio ciclo è ritornato irregolare.
Ora desidero una gravidanza, ho fatto il monitoraggio follicolare, ma sembra
che abbia problemi di ovulazione. La mia ginecologa mi ha proposto una stimolazione con Clomid, ma sono molto perplessa. C'è la possibilità di un parto plurigemellare e che il bimbo non nasca sano? Confido in un vostro consiglio

Gent.Sig.ra Roberta,
da quello che emerge dalla sua richiesta sembra di capire che il suo sia un
problema di ovaio microfollicolare o micropolicistico, condizione che in
assenza di desiderio di gravidanza si cura con la pillola per mettere a
riposo le ovaie. La pillola però è semplicemente una terapia sintomatica,
cioè nel momento stesso in cui la interrompe cessa la sua azione curativa.
Per questo tipo di problema, che spesso è accompagnato da difetti
dell'ovulazione, si utilizzano farmaci come il Clomid che stimolano le ovaie
a produrre follicoli che arrivino all'ovulazione. Quest'altro tipo di
terapia è utilizzata ormai da tempo e se effettuata sotto controllo medico è
sicura e priva di effetti collaterali. Si affidi dunque alle cure della sua
ginecologa tranquillamente.
Cordiali saluti,