Si possono prendere dei farmaci per aiutare a crescere bene un embrione?

Maria

Salve,
ho bisogno di un parere gentilmente.
Il 14 febbraio è stato il mio ultimo ciclo, il 16 feci un test e risultai incinta... il mio ciclo ogni mese si è sempre anticipato di un paio di giorni prima 3-4.
Volevo a tutti i costi avere una gravidanza e siccome non sapevo quando avrei ovulato mi sono consultata con la mia ginecologa, facendomi una visita e mi disse che ovulavo tra l’8°-10° giorno.
Questa visita la feci un mese prima del mio ultimo ciclo.
Il 16 marzo feci un test dove risultavo incinta… chiamai subito la ginecologa e mi disse di fare due beta nel giro di una settimana... quando ho fatto la prima il 21 marzo il risultato era di 5780, una settimana dopo feci l’altra il 28 marzo il risultato era 12761… richiamai la gine per prendere appuntamento e al momento della visita dell'eco tutto era ok, si vedeva la camera gestazionale e l’embrione che misura 2mm. Mi disse che si sta posizionando correttamente, ma non sentiva e nè vedeva il cuore…
Appena ha visto le analisi non l’ho vista convinta perché erano massime e non c’è stato un raddoppio, ma quei valori si erano alzati solo nella settimana. Mi ha fatto fare un’altra beta che oggi ho ritirato e risultano 12761. L’ho risentita e venerdì ci dobbiamo rivedere per un’altra ecografia.
Ora non so cosa pensare se questa gravidanza possa andare avanti con questi valori bassi e col fatto che l’embrione è troppo piccolo che misura 2 mm... facendo dei calcoli non so rientro nella sesta settimana.
Quello che volevo sapere, secondo lei ho speranze di continuare questa gravidanza senza preoccuparmi ed eventualmente non ci sia crescita dell'embrione e formazione del cuore, esistono dei farmaci che aiutino a farlo crescere?
Sono troppo preoccupata, sinceramente non so cosa pensare...grazie anticipatamente. Aspetto una sua risposta!

Gentile Maria,
ci sono cose che non comprendo dalla sua descrizione. Se si visualizza l’embrione, deve necessariamente visualizzarsi il battito, almeno in caso di gravidanza evolutiva e non interrotta.
Il poter predire entro certi limiti, se una gravidanza andrà a buon fine o proseguirà, dipende moltissimo dalla accuratezza dell’ecografia ed anche in via collaterale dal normale incremento dei valori della beta HCG plasmatica.
I trattamenti che possono essere fatti in soggetti che possono avere un aumentato rischio di aborto a causa di condizioni predisponenti esistono, ma il discorso è più complesso e non posso affrontarlo in maniera esaustiva in questa sede.
Un saluto