Possibile contagio da varicella

Gentili dottori,
mi trovo ora alla 36° settimana di gravidanza. Mio marito, ora assente da casa, è stato esposto nei giorni scorsi a possibile contagio da varicella, malattia che nemmeno io ho mai contratto... essendo prossima al parto, vorrei evitare il rischio di ammalarmi (ho letto che un neonato con madre che ha appena contratto il virus può riceverlo da lei, senza fare in tempo a ricevere anche gli anticorpi contro di esso e quindi ammalarsi nei primi giorni di vita)... mi chiedo se il problema che mi pongo sia irrilevante, se al contrario io e mio marito dovremmo evitare i contatti per il periodo in cui lui potrebbe essere in incubazione, e se ci sia un esame che lui potrebbe fare per stabilire se è effettivamente entrato a contatto con il virus. Grazie in anticipo

Gentile Monica,
effettivamente il pericolo maggiore della varicella in gravidanza è l'infezione al termine della gravidanza. Entro circa 15 giorni dal possibile contagio, dovrebbe sapere se suo marito ha contratto o meno il virus. Fino a quella data è probabilmente opportuno che evitiate contatti fra di voi. Se è fuori per lavoro, forse è meglio che ci rimanga ancora un po'. Eventuali esami che mettano in evidenza la presenza dell'infezione e/o dell'immunità impiegherebbero lo stesso tempo e quindi sono inutili. Pazienza!