Positiva alla Listeria

Gent.mo Dottore, le espongo il mio caso, nell'agosto del 2001 rimango incinta, tutto bene fino alla 24 sett. in seguito alla ecografia morfologica ci si accorge che vi è un'assenza del flusso endodiastolico in arteria ombelicale… la bimba non cresce… dopo un lungo ricovero avviene la morte in utero alla 27 sett. Faccio numerose analisi: antimuscolo liscio, lupus, ANA, ENA etc, tutto negativo! Riprovo incoraggiata dal mio ginecologo a maggio del 2002, rimango incinta, solo che alla 7 settimana ci accorgiamo che si tratta di un caso di ovulo bianco, quindi l'aborto spontaneo senza raschiamento, poiché ne avevo subiti già due. Il mio ginecologo dice può capitare. Riprovo e a gennaio 2003 rimango di nuovo incinta, solo che le beta alla 6 sett.+4 dice che il valore è di 27,6. Di nuovo un aborto spontaneo. Cambio parere e stavolta faccio il cariotipo (di cui aspetto esito) e altre analisi tra cui la Serologia Listeria, a cui risulto essere positiva! la mia domanda è potrebbe aver causato tutto ciò? E soprattutto quale altra analisi riguardante questa infezione dovrò fare per sapere
se ancora in atto? Anticipatamente la ringrazio

Gentile signora,
indubbiamente è assai suggestivo il rapporto tra sierologia positiva per Listeria e la sua storia. Purtroppo però la validità del test sul siero, per questo germe, non dà una sicurezza del 100%. Quindi le suggerirei altri esami che, con speciali tecniche d’arricchimento e terreni selettivi, riescono ad individuare la Listeria nelle feci od in sedi con flora mista residente (per es. vagina o retto). Se anche questi esami fossero positivi, vi sarebbe la possibilità di una terapia antibiotica. Auguri