Piaghetta all’utero con papillomi

Buongiorno, ho 29 anni e da 13 ho rapporti con il mio attuale marito. Mi hanno riscontrato una piaghetta all'utero con papillomi (mi hanno parlato di una bollicina bianca) e mi è stato detto che dovrò fare una bruciatura. In cosa consiste questa bruciatura? È possibile che la malattia ritorni una volta effettuato l'intervento? Rischio di contagiare mio marito? Poiché ho molta paura di sottopormi a questo intervento vorrei sapere se è doloroso e se è necessario farlo in ospedale o se si può fare anche in ambulatorio. Grazie

Gentile signora F,
la diatermocoagulazione cervicale si pratica ambulatoriamente ed è assolutamente
indolore, al più, un lieve fastidio, dipendente dalla sensibilità individuale.
Le tecniche sono varie, attualmente si usa anche il laser. Suo marito non
corre alcun rischio e la guarigione è definitiva, con l'avvertenza di praticare
regolarmente, una volta all'anno, il Pap-test. Auguri e saluti.