Perdite ematiche, vomito e nausea

Gentile dottore, ho già scritto atre volte, ma non ho mai ottenuto risposta. Spero però che questa volta possa aiutarmi, in quanto sono molto preoccupata. Ho 31 anni e mi trovo alla 14 settimana di gravidanza. Dall'ottava settimana ho delle perdite ematiche, non abbondanti, talvolta costituite da coaguli bruni, talvolta da sangue rosso scuro. Inizialmente mi era stato detto che si trattava di perdite normali ma all'11ma settimana mi è stato riscontrato un distacco del sacco gestazionale. Dopo circa 2 settimane sembrava che questo scollamento fosse andato a posto: infatti dall'eco fatta dal mio ginecologo, ma anche dall'ultrascreen che ho effettuato alla fine della 13ma settimana, il bambino risultava assolutamente nella norma, il battito era presente (176 battiti al minuto), il bambino si muoveva molto e non c'erano più segni di distacco della placenta. Nonostante questo le perdite ematiche continuano ad essere presenti seppur poco abbondanti ed anche poco durature (durano 15' e poi si arrestano per riprendere il giorno dopo, o, talvolta, 5-6 giorni dopo). Il mio ginecologo mi ha detto che non sa dare una spiegazione razionale a tutto ciò. Visto che dalle ecografie risulta tutto nella norma, posso stare tranquilla? A cosa possono essere dovute queste perdite? Le perdite sono connesse al fatto che vomito spesso, pur essendo ala 14ma settimana, facendo molto sforzo ed avendo perso 2 chili di peso nel giro di 3 settimane? A proposito, ho qualche speranza che la nausea e il vomito mi passino in tempi ragionevoli? Grazie per l'attenzione e spero davvero di ricevere un consiglio che possa un po' tranquillizzarmi. Cordiali saluti

Gentile Ross,
l'ecografia non sempre riesce a dare spiegazione a tutto. È un errore credere che sia la soluzione per ogni problema. Essa ci è di grande aiuto, spesso insostituibile e irrinunciabile, questo è vero, ma le valutazioni spettano sempre al clinico. Un sanguinamento di lieve entità può essere dovuto ad un piccolo vaso che l'ecografia non è in grado di evidenziare. Varie sono le ipotesi per spiegare le sue perdite: un impianto placentare basso, un ematoma subcoriale, una cervicite sanguinante (ha fatto una visita con esame speculare?), polipi, flogosi in genere, coagulopatie, ecc. Se, fatti tutti i controlli, compresa la visita, il feto gode di buona salute e non vi sono evidenze di fatti patologici, sarà sufficiente osservare riposo e tutto dovrebbe andare per il meglio. Il vomito e la nausea tendono a scomparire al 4° mese e spero che sia così anche per lei. Cordiali saluti.