Perché la situazione è precipitata in questo modo?

Salve dottoressa,

sono una ragazza di 30 anni sposata da 3 e da un anno a questa parte purtroppo me ne sono successe un’infinità...ho subito tre gravidanze extra uterine con conseguente asportazione di entrambe le tube... inizialmente volevo al più presto sottopormi a tutte le indagini per affrontare una fivet, ma ora non mi sento più cosi sicura...tutto questo mi provoca delle ansie, sopratutto perché mio marito desidererebbe tanto un figlio, quindi io mi sento la responsabile di questo divieto...è vero, tra noi non c'è più molta sintonia, io non sono più molto sicura di noi, ma quello che mi domando è perché la situazione è precipitata in questo modo dopo quello che ci è successo? Possibile che io mi sia bloccata così tanto, solo per la grande delusione che ho provato? E poi mi chiedo: ma se una cosa così delicata e inaspettata invece di unirci ci ha divisi cosa, devo pensare? Mi sento molto confusa... la ringrazio anticipatamente

Cara Marzia,
La mia esperienza clinica mi dice che quando in una famiglia, in una coppia, capita qualcosa di molto grosso, invece di sentirsi più uniti, inesorabilmente ci si allontana. È un modo per soffrire di meno, che può essere anche importante, in quanto consente alle persone interessate di confrontarsi meglio con il proprio dolore. È per questi motivi che lei probabilmente non sente in questo momento particolari stimoli verso suo marito; forse passerà. Le consiglierei però di aspettare un po' prima di iniziare il percorso della FIVET, perché volere un figlio a tutti i costi quando l'unione traballa è la scelta meno indicata da farsi. Se una coppia è in crisi, non è un figlio che riporta la serenità, anzi... Si concentri ora su cosa fare per salvare la casa che brucia, poi si vedrà. Cari saluti e auguri.