Parto naturale e Pervietà del Forame Ovale (PFO)

Viviana

Salve,
ho 41 anni, sono alta 1.67, peso 54 kg e sono alla settimana 14 della mia prima gravidanza. Nel 2014, in seguito ad un check up fatto perché avevo 2-3 episodi di extrasistole al giorno e tachicardia, probabilmente dovuti a stress, mi è stato diagnosticato un Forame Ovale Pervio (FOP) con shunt. Ho smesso di fumare nel Gennaio 2014 (dopo circa 20 anni), ho capillari sulle gambe e sul naso, vene evidenti in tutto il corpo, ma nessuna varice.
Posso comunque pensare ad un parto naturale o è preferibile ricorrere ad un cesareo? Esiste la possibilità che io partorisca nel Paese del mio compagno (centroamerica), non proprio all'avanguardia dal punto di vista medico? in questo caso la Sua risposta cambierebbe?
Grazie per la risposta. Cordiali saluti

Cara Viviana,
normalmente, alla nascita, l'atrio sinistro è diviso da quello destro dal setto interatriale. Si tratta di una struttura che isola il sangue venoso dell'atrio destro da quello arterioso presente nell'atrio sinistro. In alcuni casi (come il suo) ci può essere presente "un buco" nella parete del setto. Questa comunicazione tra i due atrii può permettere il passaggio anomalo di sangue da un atrio all'altro e l'anomalia prende nome di Pervietà del Forame Ovale (PFO).
Nell'atrio sinistro la pressione del sangue è più alta della pressione dell'atrio destro ed è quindi facile che un po' di sangue passi a destra. Questa situazione si chiama pervietà del forame ovale con shunt (passaggio del sangue) sinistro-destro (cioè dall'atrio sinistro al quello destro). Se il passaggio è di una piccola quantità di sangue, non ci sono conseguenze sul buon funzionamento del cuore e la salute dei polmoni.
A volte però, in condizioni particolari, il sangue potrebbe passare anche dall'atrio destro all'atrio sinistro. L'anomalia si chiama PFO con shunt destro-sinistro. Questa situazione potrebbe essere pericolosa in quanto l'eventuale presenza di un piccolo grumo di sangue nelle vene determinerebbe un guaio. Passando attraverso il setto interatriale, il grumo arriva nel cuore sinistro e spinto dal ventricolo sinistro arriva in aorta. Il quadro clinico che ne deriva in questo caso è quello di un'embolia arteriosa che è una patologia seria.
In poche parole dobbiamo sapere se il suo PFO "permette" il passaggio di sangue da destra a sinistra. L'esame strumentale che evidenza questo aspetto della pervietà del forame ovale è l'ecodoppler transcranico. Si tratta di un esame non invasivo che si esegue in regime ambulatoriale. Si informi con il suo Medico Curante presso quale struttura, nelle vicinanze, si possa eseguire l'esame. In caso di possibile shunt destro-sinistro ne parli con il suo ginecologo.
Tanti auguri alla futura mamma Viviana!

condivisioni & piace a mamme