Orgasmi clitoridei

Gentile dottoressa, sono una donna di 37 anni madre di una bimba di
4 avuta alla 32esima settimana dopo una gravidanza orrenda. Sono ora alla settima settimana di una nuova gravidanza fortemente voluta e tanto
cercata. Tuttavia vivo nel panico che si ripeta l'esperienza tremenda della prima volta che ora sarebbe aggravata dal distacco per il ricovero, dalla mia dolce bambina che amo al di sopra di tutto e che dipende moltissimo da
me. Le scrivo in particolare perché, cosi come per la prima gravidanza mi accade
un evento stranissimo e fastidiosissimo. Durante la notte sul far della
mattina ho degli orgasmi clitoridei che mi provocano contrazioni uterine in certi casi abbastanza forti. Ho paura che questi episodi, che si fanno col
passare delle settimane sempre più frequenti (ora anche due per notte), provochino un distacco della placenta. La prego di aiutarmi, sono disperata, esiste qualcosa per fermare questi orgasmi? Sono disposta, tanta è la mia disperazione a sottopormi anche ad una eliminazione del clitoride. Mi risponda al più presto, sono veramente disperata, nessuna delle mie amiche
ha mai avuto niente di simile. Sarò malata o comunque tanto anormale da non riuscire ad avere una gravidanza normale? La ringrazio e distintamente saluto.

Cara signora, anch'io non ho mai sentito niente del genere, ma non sono un
ginecologo e a questo specialista le consiglierei di rivolgersi. Non credo
tuttavia che lei corra grossi pericoli. Cerchi di stare più tranquilla...
Cari saluti e auguri.