Micoplasma-Ureaplasma faringeo positivo in gravidanza

Alessandra

Buongiorno,
sono alla 28° settimana di gravidanza. Dagli esami del sangue alterati, sono poi risultata positiva a micoplasma-ureaplasma a livello faringeo, non genitale.
La mia ginecologa ha già fatto fare terapia con Zitromax a me e mio marito, ma ancora gli esami sono positivi e il batterio non è stato eliminato.
La dottoressa mi farà ripetere ancora esami completi, sia tampone vaginale che faringeo tra un mese. E, nel caso fosse ancora positivo, ha detto che valuterà se mandarmi da un infettivologo per valutare meglio cosa fare.
La mia domanda è: essendo totalmente asintomatico nel mio caso e solo a livello faringeo non genitale, non posso lasciare le cose come stanno e assumere un antibiotico più forte direttamente dopo il parto?
Grazie,

Gentile Alessandra,
essendo asintomatica, non ho capito dal suo racconto perchè ha fatto un tampone faringeo e un tampone vaginale.
Dovrebbe integrare al sua richiesta con la descrizione degli esami ematici alterati per poi valutare la prosecuzione di una eventuale terapia antibiotica, sempre se compatibile con lo stato di gravidanza.
Cordiali saluti

condivisioni & piace a mamme